Wedding blog

Attenzione, per una vita tranquilla, tra moglie e marito non mettere il… mito

A testimoniare che le nozze sono un traguardo a cui tutti prima o poi aspirano, salvo poi cambiare idea una volta raggiunta la meta, Giovanni Verga ha detto: “Il matrimonio è come una trappola per topi. Quelli che son dentro vorrebbero uscirne, e gli altri ci girano intorno per entrarvi”. Carica di sottintesi la frase pronunciata da Alexandre Dumas: “La catena del matrimonio è così pesante che a volte bisogna essere in tre per portarla”. Evidentemente la vita al tempo delle cortigiane deve aver particolarmente ispirato l’autore de I tre moschettieri visto che è sua anche la frase: “Certe donne amano talmente il proprio marito che per non sciuparlo prendono quello delle loro amiche”. Socrate, invece, affermava: “Sposati: se trovi una buona moglie sarai felice. Se ne trovi una cattiva, diventerai filosofo” traendo evidentemente spunto anche lui dalla sua vita privata. Al fulmicotone e poco lusinghiera per le mamme delle signore spose la battuta di Winston Churchill: “Secondo me non è necessario inasprire le pene per bigamia. Un bigamo ha due suocere: come punizione mi pare che basti”. Realista Oscar Wilde, “I matrimoni senza amore sono orribili. Ma vi è qualcosa di peggiore di un matrimonio assolutamente senza amore. E' il matrimonio in cui vi sono amore, fedeltà, devozione, ma solo da una parte: uno dei due cuori si spezzerà sicuramente”, il quale però subito dopo afferma: “I celibi dovrebbero essere tassati in modo più pesante, non è giusto che alcuni uomini siano più felici di altri” e ancora “La felicità di un uomo sposato dipende dalle persone che non ha sposato”. Poca stima nei confronti delle moglie la esprime George Byron con la frase: “Se Laura fosse stata la moglie di Petrarca, pensate che lui le avrebbe dedicato sonetti tutta la vita?”. Più pratico un certo Sacha Guitry: “Se ti portano via la moglie la miglior vendetta è lasciargliela”. Tutte frasi che mettono un po’ alla berlina noi donne. Per fortuna ci viene in aiuto un proverbio siciliano che recita: “Casa senza fimmina 'mpuvirisci (una casa senza una donna impoverisce)”. Ma evidentemente per il gentil sesso non c’è tregua perché un proverbio afgano recita: “Se le mogli fossero una bella cosa, Dio ne avrebbe una”. I rapporti di coppia sono visti con ironia anche in epoca moderna dal comico Daniele Luttazzi, il quale dice: “Il matrimonio è quell’istituto che trasforma l’ex marito nell’Inps”.

Se compiamo un viaggio lungo tutto lo stivale ci rendiamo conto che ogni Regione è ricca di proverbi sul matrimonio e soprattutto sulle “femmine”.

In Campania ad esempio si usa dire che “Trova chiù ampresso 'a femmena 'na scusa, ca 'o sòrece 'o pertuso (fa prima la donna a trovare una scusa che il topo a trovare il buco) ma anche: “A' altare sgarrupàto nun s'appicciano cannule (alle donne ormai anziane non si fanno moine). Proverbio quest’ultimo… di dubbio gusto. In Basilicata invece guardano con diffidenza le nubili: “Da chi nun tene mugliera nè figlie, nè p'amore nè p'cunsiglie (meglio non avere a che fare con chi non è sposata e non ha figli). Sarcastici, e non poteva essere diversamente, i toscani: “Anche questa è fatta... disse quello che ammazzò la su' moje (e non c’è bisogno di traduzioni). Un tantino arcaica la visione dei piemontesi: “A caval sprùn a la fùmna bastùn” (a un cavallo sprone, alla moglie bastone). Pratici i romagnoli: “Al strigh s’t’a li vu considerè, int una vècia no ti affissè, parchè una zovna la t’pò strighé” (se le streghe vuoi considerare, in una vecchia non ti fissare, perché una giovane ti può stregare) seguiti dai trentini: “Fidete dela vòlp e anca del tass, ma no fidarte de le dòne dal cul bass” (puoi fidarti della volpe e anche del tasso, ma non delle donne col sedere basso).

Al di là delle facili battute per fortuna ci sono stati poeti e pensatori del passato che hanno dedicato al matrimonio pensieri profondi carichi di romanticismo velato talvolta di malinconia.

Honorè de Balzac metteva in guardia da quella che noi oggi chiamiamo routine quotidiana: “Il matrimonio deve incessantemente combattere un mostro che divora tutto: l’abitudine” sostenendo anche che “Il matrimonio è un combattimento a oltranza prima del quale gli sposi domandano la loro benedizione al cielo, perché amarsi sempre è la più temeraria delle imprese”. Gandhi invece affermava: “L’ideale a cui mira il matrimonio è quello dell’unione spirituale attraverso quella fisica. L’amore umano che si concretizza nel matrimonio deve costituire la pietra di un guado vero, l’amore universale”. Il giornalista Roberto Gervaso contrariamente al padre della “non violenza” deve avere una pessima opinione sull’amore visto che è arrivato a dire: “Ciò che rende duraturo il matrimonio, sono la buona educazione, lo scarso ardore, il reciproco interesse”. Andrè Maurois credeva nell’impegno reciproco per far funzionare la vita di coppia: “Il matrimonio felice è un edificio che deve essere costruito tutti i giorni”. Anche i latini si sono espressi sui legami coniugali. Properzio esortava: “Non cambiare mai quando l’amore ha trovato la sua dimora” mentre Terenzio sosteneva che “I litigi degli amanti rinnovano l’amore”. Alphonse Karr aveva invece una visione idealista: “Il matrimonio dopo l’amore sarebbe il compimento di un bel sogno”. Romantici Leo Buscaglia: (“L'Amore è offerta di se stessi, nel sì della fedeltà fino all'ultimo respiro”),  François de La Rochefoncauld (“L'assenza diminuisce le passioni mediocri e aumenta le grandi, come il vento spegne le candele e alimenta l'incendio”), Stendahl (“L'amore è un bellissimo fiore, ma bisogna saperlo cogliere sull'orlo di un precipizio”) e ovviamente Shakespeare (“L'amore ristora come il calore del sole dopo la pioggia”). Butler sgombera invece il campo dai rimpianti puntualizzando che “E' meglio aver amato e perduto che non aver mai amato”. Poetico Aristotele: “L'amore è composto da un'unica anima che abita due corpi”. Francois Mauriac riponeva totale fiducia nell’altra metà: “Amare qualcuno significa vedere un miracolo invisibile agli altri” così come Leibnitz: “Amare è mettere la nostra felicità nella felicità di un altro”. Mentre Henri François Joseph de Régnier con la cinica affermazione : “L'amore è eterno finché dura” deve aver ispirato… Carlo Verdone per un suo celebre film.
284 reads

Blog

Il cane è conosciuto per essere il migliore amico dell’uomo che, in ogni momento della vita del padroncino, gli sta vicino, proteggendolo e coccolandolo, fino a diventare parte integrante della famiglia

Blog

Quando tutto sembra filare liscio senza sorprese particolari, ci pensano i vostri amici a ravvivare l’atmosfera con qualche fuori programma. Cosa c’è di meglio, infatti, di qualche bello scherzetto per aggiungere un p...

Blog

Da cerimonia sbrigativa e un po’ anonima, il rito civile si è evoluto nel corso del tempo grazie anche alle location matrimonio di pregio messe a disposizione dai Comuni dove le sale e i locali a disposizione possono ...

Blog

In un ricevimento di classe non può mancare un addobbo floreale all’altezza di tutto il contorno, ed il centrotavola è un particolare sul quale la fantasia e la creatività, oggi, non hanno confini

Blog

Il matrimonio figurato non ha valore legale ma è scelto da quelle coppie che vogliono scambiarsi le promesse in un luogo che per loro è particolarmente significativo

CONTATTACI

Ti riponderemo entro poche ore.

Nome

E-mail

Messaggio

ASPETTA

Questa funzione è riservata agli utenti registrati.
Accedi o Registrati per accedere a tutti i vantaggi del sito