Wedding blog

In cucina, uno spazio per il pranzo di tutti i giorni

La cucina ha acquisito negli ultimi anni un ruolo centrale, diventando una sorta di “piazza domestica”, il vero cuore della casa in cui esprimere se stessi e in cui vengono rappresentati i momenti di vita quotidiana delle persone.

Se non amate le cucine a penisola vi resterà sempre la soluzione della cucina tradizionale.

La tradizione in cucina vede il tavolo e le sedie posizionate al centro in tante soluzioni salvaspazio. I tavoli allungabili, ad esempio, sono generalmente adatti a ospitare due o quattro commensali e all’occorrenza possono essere estesi a sei, otto o dodici posti. In questo modo lo spazio non molto grande sarà organizzabile secondo le preferenze anche per cene e feste con qualche persona in più in casa. I tavoli a ribalta o a libro, invece, sono quelli che, una volta chiusi, svolgono la funzione di piccole consolle sulle quali appoggiare soprammobili o qualche libro. Una volta aperti, dopo aver tirato su i lati e avendoli appoggiati alle gambe estraibili, diventano dei tavoli in grado di far sedere comodamente fino a dodici persone. Per permettere un guadagno ulteriore di spazio, in genere sono dotati di cassetti o piani d’appoggio nella parte fissa. Sono perfetti per monolocali o bilocali essenziali. Una terza soluzione per il pranzo di tutti i giorni sono i tavoli a scomparsa: composti da piani attaccati al muro, vengono chiusi grazie ad un’apposita cerniera quando non servono. Perfetti per spazi angusti, costituiscono un piano d’appoggio in più in spazi grandi ad esempio per una veloce prima colazione.

Gli ultimi trend in cucina hanno visto imporsi, per il pranzo di tutti i giorni, la cosiddetta penisola.

Si tratta di una sorta di prosecuzione ideale del piano di lavoro della cucina, che non limita la vivibilità dell'ambiente e consente di usufruire di un comodo settore di contenimento in più, grazie a cassetti e scomparti del piano base. La penisola è adatta per la consumazione di pasti informali e intimi rispetto a quelli che si consumerebbero su un tavolo centrale più importante. Le giovani coppie avranno sempre a portata di mano un angolo speciale da dedicare a romantici tête à tête, oppure per un comodo pranzo con qualche amico. La versione più semplice di penisola ha il piano che si prolunga perpendicolarmente alla linea della cucina, organizzata su un’unica parete. La struttura è leggera ed essenziale con il piano sorretto da uno o più supporti. E’ di gran moda collocare sgabelli su entrambi i lati. In base alla lunghezza del piano, possono trovare posto dalle tre alle sei persone circa. E’ ideale per spazi ristretti dalla forma allungata. Nello spazio sottostante il piano possono trovare posto ampi cassettoni per pentolame o stoviglie. In questo caso, le postazioni per stare seduti si ridurranno ed è importante che, almeno in un lato al di sotto del piano, sia ricavato lo spazio necessario per le gambe di coloro che si siederanno sugli sgabelli: due o tre persone al massimo. La penisola può anche assumere forme originali ed essere ricavata in un piccolo angolo a parte: non sarà sufficiente per un pranzo o una cena (per i quali servirà un tavolo centrale), ma sarà perfetta per una tranquilla colazione a due. In un ambiente comunicante con il living, la penisola può essere concepita anche come bancone snack, per ospitare almeno un paio di persone su sgabelli o come angolo per l'aperitivo, dove accomodare gli amici mentre il padrone di casa finisce di cucinare. Se si dispone di spazio sufficiente e se la cucina è ben fatta e strutturata, la penisola è sempre consigliabile rispetto ai tavoli a scomparsa. Rende l’ambiente moderno e funzionale e anche dal punto di vista estetico risulta migliore.

Diversi i materiali che possono essere impiegati per la penisola in cucina.

Il materiale del piano dove si consumano i pasti è generalmente il quarzo in tutte le gamme dei colori pastello abbinabile ad accessori e mobili in vetro laccati e laminati lucidi. Molto impiegato anche il piano in laminato tecnico Unicolor che ha il pregio, in caso di righe, di non cambiare colore evitando quelle strisce nere antiestetiche che non vanno più via. Lo spessore va dai 4 ai 12 centimetri. Intramontabile anche il vetro temperato in Corion Dupont, una resina di idrossido di alluminio che assume forme curvate in stile anni ’80. Per i tavoli regolabili invece abbiamo quelli raddoppiabili che passano da 90x90 a 180x90 centimetri e quelli sollevabili che si spostano su ruote: a seconda delle occasioni possono essere utilizzati come piano d’appoggio per il pranzo e la cena o come tavolini di servizio. A livello compositivo, poi, la penisola è sempre molto affascinante per la sua capacità di trasformarsi in angolo bar dove consumare snack e aperitivi grazie alla possibilità di alzare e regolare il piano in base alle esigenze con sedie e sgabelli a doppia altezza. Se la cucina è arredata con tavoli allungabili si consiglia la forma rettangolare, più pratica e funzionale, rispetto alla quadrata. Il piano del tavolo sarà in vetro colorato o puro e le gambe in legno o acciaio. In ogni caso la caratteristica che il tavolo deve avere è quella di dare una sensazione di solidità.

Il tavolo, in cucina, naturalmente da solo non basta: per svolgere tutte le sue funzioni necessita infatti delle sedie.

Elementi d’arredo da non sottovalutare, le sedie in cucina sempre più spesso veri oggetti di design che, nel caso di arredamento moderno, possono differenziarsi stilisticamente dal tavolo. La comodità è un altro requisito essenziale: la sedia confortevole deve avere uno schienale non troppo alto e la seduta che dista almeno 20 cm dal piano del tavolo. Leggera da spostare, in caso di poco spazio, deve essere anche impilabile o, addirittura, pieghevole e appendibile, ideale per il primo nido d’amore della coppia. Per quanto riguarda l’estetica, ognuno segue i propri gusti. Le sedie coordinate al tavolo producono sempre un bell’effetto. Nel caso siano “scoordinate” il risultato finale sarà più estroso o più coraggioso nel caso di sedie tutte una diversa dall’altra. Ottima, tra i materiali da scegliere, anche la soluzione del metallo o del legno ma anche sgabelli o addirittura panche per chi ha arredato la cucina in legno classico. Ma sono anche molti gli atelier e gli architetti che associano a cucine moderne la soluzione delle panche in laminato, molto facili da tenere pulite. Per le cucine giovanili e pratiche in laminato, piene di diverse sfumature, ci sono modelli di sedia con struttura di metallo verniciato di grigio, ma anche rosso o nero. Nelle isole e penisole, la soluzione degli sgabelli con fusto in metallo, verniciato o grigio grezzo è preferibile. Al fine di garantire comodità ed agilità di movimento, la seduta potrà essere girevole, imbottita o rigida, con colori abbinati ed intonati ad alcuni particolari dell'arredamento. Nel posizionare tavolo e sedie tenete conto dello spazio a disposizione calcolando  che dietro ad ogni sedia devono esserci almeno 60 cm di spazio libero per consentire il passaggio e 120 cm se un lato è rivolto verso la cucina.
302 reads

23 febbraio 2016

Una pioggia di promozioni attende tutti gli sposi che si affidano a Arredamenti Faedi Davide

Effettuando particolari acquisti presso Arredamenti Faedi Davide potrete ricevere in omaggio un tavolino, un materasso ortopedico, il piano cottura a induzione o il 10% di sconto

Leggi tutto

Una pioggia di promozioni attende tutti gli sposi che si affidano a Arredamenti Faedi Davide

Effettuando particolari acquisti presso Arredamenti Faedi Davide potrete ricevere in omaggio un tavolino, un materasso ortopedico, il piano cottura a induzione o il 10% di sconto

Blog

Un arredo pratico, comodo, esteticamente gradevole con soluzioni innovative e talvolta di design: ovviamente stiamo parlando della parete attrezzata con le sue soluzioni componibili per i muri del soggiorno

Blog

Quando le dimensioni della cucina lo permettono si può ricavare al suo interno uno spazio funzionale adibito alla colazione o ai pasti in famiglia

Blog

Benché il termine stesso non doni loro all’apparenza un ruolo da protagonisti, i complementi in realtà parlano del gusto dei proprietari di casa: quest’anno le nuove tendenze arredamento dicono che sarà di moda il por...

Blog

Con “casa intelligente” si indica un ambiente domestico che mette a disposizione dell’utente impianti che vanno oltre il “tradizionale”, dove apparecchiature e sistemi svolgono funzioni parzialmente autonome o program...

ASPETTA

Questa funzione è riservata agli utenti registrati.
Accedi o Registrati per accedere a tutti i vantaggi del sito