ID; ?>
ID; ?>
open Le tue nozze
Approfondisci:

Discorso e brindisi nuziale per un augurio... tintinnante

Discorso e brindisi nuziale per un augurio... tintinnante
Uno dei momenti più emozionanti e importanti del ricevimento è quello del brindisi nuziale che serve a parenti ed amici per augurare alla nuova coppia tanta felicità e fortuna

Il bon ton prevede per il brindisi nuziale un cerimoniale coreografico ben preciso, anche se in alcuni casi possono esserci amici un po’ “buontemponi” a rendere il momento meno formale con qualche battuta spiritosa.


Le regole del galateo ber un brindisi nuziale ben riuscito.


Il brindisi nuziale deve essere fatto prima dell'apertura dei festeggiamenti veri e propri con le danze e quindi al termine del pranzo o, nel caso di cocktail e buffet, una volta trascorso un tempo ragionevole per consentire a tutti di mangiare. In sala fa il suo ingresso la torta nuziale e lo sposo provvede al primo taglio con la mano di lei appoggiata alla sua che la guida delicatamente; dopo il taglio arriva il momento del brindisi. E’ sempre il padre della sposa che lo propone, con un leggero tintinnio del coltello sul bicchiere per richiamare l’attenzione; quindi dovrà rispondere lo sposo alzando il calice verso il suo testimone di nozze (considerato il più importante). E’ fondamentale non riempire il bicchiere fino all'orlo, e non aggiungere altro spumante finché non è terminato quello che si ha. Le signore devono fare attenzione a non lasciare sbavature di rossetto sull’orlo del bicchiere né tanto meno sul tovagliolo; inoltre il galateo vieta di urlare "cin cin" o brindare facendo tintinnare i calici. Spesso può capitare che il padre della sposa non sia abituato a fare discorsi in pubblico essendo particolarmente emozionato: per stemperare la tensione può farsi aiutare dai famigliari o da un amico intimo della coppia a prepararlo prima delle nozze, oppure richiedere un accompagnamento musicale di sottofondo per darsi coraggio, oppure può fare bella figura dedicando agli sposi poche parole sentite e poi terminare richiedendo una canzone al musicista. Ma siccome a volte una parola tira l’altra, gli sposini potrebbero sorprendersi dedicandosi un discorso a vicenda: in questo momento per gli animi più sensibili arriva il tempo di tirare fuori i fazzoletti. Se uno dei due ha una bella voce, può anche intonare la canzone che ha segnato tutta la storia d’amore, ma attenzione a non trascendere in un karaoke di basso livello.... Ci potrebbe poi essere sempre qualche amico che invece a parlare in pubblico non ha alcun tipo di problema e che quindi scalpita per augurare alla coppia ogni bene producendosi in qualche discorso spiritoso e divertente.


Prestate particolare attenzione alla scelta del vino per il brindisi nuziale.


Un elemento caratteristico del brindisi nuziale, oltre ovviamente alla coreografia, è il vino che si utilizza. Per il brindisi vanno bene brut e moscato, ma da accompagnare ai dolci è più indicato il secondo; in ogni caso per la classica foto degli sposi che tagliano la torta bisogna proprio fare il botto per inaugurare l'inizio della loro vita insieme, quindi va bene una bottiglia di bollicine, metodo classico o Champagne. Per un brindisi di classe si deve comunque sicuramente puntare sullo Champagne.
Il brindisi avviene in concomitanza con il servizio della torta poiché il vino stesso che viene servito è pensato abbinato al dolce, permettendo agli sposi di condividere questo magico momento e brindare con tutti gli ospiti. E se si vuole vivere il momento del taglio della torta e del brindisi con gli ospiti in notturna, la "ciliegina" potrebbe essere uno spettacolo pirotecnico elaborato sulla musica degli sposi.

Scritto il: 11-07-2014 - letto 1109 volte