0
57275
open Le tue nozze
Approfondisci:

La difficile scelta della perfetta camicia per l'abito dello sposo

La difficile scelta della perfetta camicia per l\'abito dello sposo
Dopo aver scelto l’abito da sposo per le nozze bisogna scegliere con la medesima cura, attenzione e buon gusto la camicia da abbinarci

La camicia per l’abito da sposo ideale per tutti non esiste ma per ognuno esistono dei modelli che riescono a far esaltare al meglio le caratteristiche fisiche nascondendo all’occorrenza qualche piccolo difetto.


La scelta della camicia per l’abito dello sposo: dalla diplomatica alla francesina, fate attenzione al colore.


La camicia per l’abito dello sposo di cotone o di popeline bianca va bene un po’ per tutti ma per mettersi in gioco con qualcosa di più originale spezzando la monotonia di un abito classico blu o grigio si può scegliere una camicia ton sur ton che riprenda la colorazione del vestito. Se però lo sposo ha scelto un tight o un mezzo tight non sono concesse varianti di sorta: la camicia deve essere necessariamente bianca e in cotone con tanto di polsini alla francese chiusi con raffinati gemelli. Il collo deve essere inamidato al punto giusto e le punte leggermente ripiegate saranno il tocco di classe in più.


Le camice per l’abito da sposo celesti sono da evitare perché hanno un aspetto troppo sportivo e poco elegante così come tutti i toni pastello. Sono vietati anche ai ragazzi giovanissimi le camice che presentano qualsiasi tipo di fantasia seppur tono su tono. Il cotone è il tessuto migliore ma esistono altre stoffe di gran pregio indicate per la confezione delle camice per l’abito dello sposo. La seta non è una buona scelta: seppur abbia un aspetto regale trattiene il sudore e a fine giornata l’effetto sulla pelle non è proprio dei più piacevoli.


La camicia denominata diplomatica è quella più adatta per le cerimonie importanti come appunto le nozze. Ha i doppi polsi per i gemelli, è in cotone tramato e in genere può essere indossata da tutti.


La francesina invece ha il collo aperto all’italiana e il nodo della cravatta rimane ben visibile. Per questa ragione necessita di essere abbinata a cravatte di tessuto pesante che possano riempire tutta l’apertura fra le due code.


Nella scelta della giusta camicia per l’abito da sposo il colletto la fa da padrone anche perché è la parte che rimane sempre in vista e deve calzare a pennello valorizzando volto e collo.


È il punto più delicato di tutta la camicia per lo sposo e deve seguire delicatamente il profilo del collo senza apparire ne’ troppo largo ne’ troppo stretto.


Il colletto classico è quello più adoperato e solitamente viene abbinato a una cravatta dal taglio tradizionale. Può essere scelto da ragazzi giovani o uomini maturi indipendente dalla forma fisica. Sta bene con qualsiasi modello di abito da sposo e rappresenta un ottima scelta per chi non vuole osare il giorno del matrimonio.


Invece il colletto all’inglese ha le due punte collegate fra di loro da una striscia di stoffa chiusa grazie ad un bottone. È molto stretto è mette maggiormente in risalto il nodo della cravatta. È fortemente sconsigliato a chi ha un collo importante o per chi ha accumulato qualche chilo di troppo.


Al contrario del colletto all’inglese, quello all’italiana ha le punte ben distanziate ed è la scelta più giusta per le persone più robuste.


Il buon gusto impedisce a chiunque di presentarsi il giorno del matrimonio indossando una camicia che abbia un colletto button down nel quale le punte sono tenute ferme da due bottoni. Si tratta di un colletto molto sportivo e poco adatto per esser sfoggiato a un evento così importante sia da parte degli sposi che degli invitati. Meglio optare per un colletto gran sera che è quello per eccellenza elegante. Generalmente è da preferire per coloro che indosseranno uno smoking o comunque un abito adatto per la sera. In questo caso la cravatta non è l’accessorio giusto ma tale colletto deve essere abbinato a un nodo a farfalla oppure con un ascot.


In linea di massima, prima di acquistare la camicia per l’abito dello sposo per il giorno del si è bene tener presente che chi ha un collo corto oppure un viso rotondo deve evitare che le punte del colletto siano molto lunghe o che in qualche modo coprono parte del collo mentre per i visi allungati e i colli sottili il collo all’inglese è l’ideale.


Un altro dettaglio da non trascurare della camicia da sposo è il polsino.


La parte terminale di una camicia di classe non è mai dritta ma è leggermente arrotondata oppure è sagomata e può essere caratterizzata da punte mozzate. Lo spacco che prosegue verso l’avambraccio deve avere una cucitura di piccole dimensioni, nota col nome di mosca, e a metà fra il polsino e il termine dello spacco ci deve essere un bottone. Il polsino doppio ripiegato con asole per gemelli sono però la scelta più elegante e raffinata.


Inoltre, per avere la certezza di acquistare una camicia per l’abito da sposo confortevole che vesta alla perfezione è sempre meglio verificare che sui fianchi abbia dei triangoli di stoffa che agevolano i movimenti di chi la indossa in maniera ottimale.

Scritto il: 06-02-2016 - letto 1980 volte