0
70
open Le tue nozze
Approfondisci:

La scarpa, un accessorio fondamentale che deve essere in perfetta armonia con l’abito da sposa

La scarpa, un accessorio fondamentale che deve essere in perfetta armonia con l’abito da sposa
La scarpa indossata dalla sposa è uno tra gli accessori più difficili da scegliere, perché non sempre si è abituate a camminare sui tacchi oppure a portare una calzatura elegante

Un fattore determinante per la scelta della scarpa da sposa è la perfetta armonia con lo stile dell’abito.


Il tacco: un parametro essenziale per la scelta della scarpa da sposa.


Oggi, per fortuna, in aiuto delle spose più esigenti è prevista una gamma davvero ampia di calzature anche nella forma del tacco, da quello a cono, campana, rocchetto, cubano, fino alle punte quadrate o arrotondate. Ogni sposa sceglierà liberamente in base alla propria personalità e sensazione, anche se sarebbe bene evitare il più possibile il tacco a spillo per non affaticare la schiena e, soprattutto, i vostri piedi (ricordatevi che la giornata sarà lunga). L’altezza ragionevole è quella tra i 3 e i 5 centimetri. Fate inoltre un po’ di prove a casa camminando su è giù per le per le stanze del vostro appartamento per abituarvi alle nuove calzature (si consiglia l‘acquisto due mesi prima della cerimonia). In morbida pelle o in pregiato raso e seta, le scarpe della sposa devono essere indossate con disinvoltura e grazia. E se il “tacco 12” fa per voi perché siete abituate a cavalcare l’asfalto come se foste in passerella, cercate di non urtare la sensibilità del vostro sposo almeno nel giorno del matrimonio, soprattutto se il vostro lui non è proprio un giocatore di basket. Il comportamento migliore da adottare è quello di parlargli francamente della vostra intenzione e verificare se quell’atteggiamento orgoglioso del tipo “figurati, fai pure” sia davvero reale. Mettetelo alla prova per una sera indossando scarpe con il tacco vertiginoso. Se lui dovesse accennare immediatamente a quelle splendide ballerine della serata precedente forse sarebbe meglio rivedere la propria decisione perché la vostra mossa ha provocato un certo risentimento.


La scarpa: inseparabile compagna di vita anche nel giorno delle nozze.


Le scarpe del resto sono sempre state un vero feticcio e rappresentano, soprattutto per le donne, delle inseparabili compagne di vita e un vero e proprio oggetto del desiderio difficilmente comprensibile per un uomo, tanto che sembra addirittura impossibile pensare che una donna non si sia concessa il piacere di indossare una calzatura persino in epoca preistorica. L’invenzione del mitico sandalo si deve agli egizi, mentre i persiani introdussero l’uso dei tacchi inserendo nei calzari degli strati di sughero cuneiformi in corrispondenza del tallone per conferire slancio alla figura. Furono però i greci a prestare attenzione al benessere del piede con la creazione di modelli per usi diversi: dal sandalo in legno e sughero allo stivaletto allacciato a metà polpaccio, fino ai coturni, la tipica calzatura chiusa con la suola alta. In epoca romana le donne patrizie esaltavano la loro femminilità con sandali decorati da pietre preziose e ricami e suole in oro o argento. Le punte fanno la loro comparsa nel Medioevo mentre durante il Rinascimento erano d'obbligo il ricamo e il tacco alto. Nell'Ottocento nascono invece i tessuti, le stringhe e i decori.
Ai nostri tempi la scarpa da sposa è un dettaglio molto importante per definire meglio l’abito del grande giorno, quindi deve essere assolutamente all’altezza dell’evento: i particolari sono preziosi in cristalli Swarovski, oppure stringhe e nodini. Anche se il galateo imporrebbe di presentarsi all’altare con le dita dei piedi rigorosamente coperte le spose sembrano  non farci caso: i sandali sono infatti molto belli e di grande effetto soprattutto nella stagione più bella, arricchiti da particolari importanti da portare magari con un abito corto sul davanti o con la coda.


Qualunque sia il vostro gusto operate comunque una scelta oculata lasciando stare le stravaganze di Hollywood, dove Julia Roberts si presentò all’altare a piedi nudi e Whoopi Goldberg in scarpe da tennis. Chissà, forse non trovarono calzature della loro misura.
Scritto il: 19-09-2013 - letto 511 volte