Wedding blog

Organizzare il matrimonio… standosene comodamente seduti davanti alla TV

Ormai il matrimonio sembra uno dei temi più gettonati del piccolo schermo, settore sempre più alla ricerca di contenuti per riempire i palinsesti delle reti. Sul satellite è arrivato il canale specifico “Wedding Tv” che trasmette rubriche, programmi e consigli relativi alle nozze per 24 ore sette giorni su sette, mentre RealTime (canale 31) propone nell’arco della settimana ben 4 programmi dedicati al grande giorno (la programmazione si può consultare sul sito realtimetv.it).

“Wedding planners”, con Enzo Miccio, attraversa il paese per organizzare matrimoni... impeccabili.

“Wedding planners” vede protagonista il più famoso organizzatore di matrimoni di tutta Italia, ossia Enzo Miccio. Nel programma gira il Belpaese da capo a piedi per mostrare alle coppie come si organizza un matrimonio perfetto: ogni puntata è un tripudio di bon ton, bouquet, abiti bianchi e allestimenti di banchetti. L’episodio è incentrato su una coppia alle prese con le difficoltà che si possono incontrare nel pianificare l’evento, ma ci pensa proprio Miccio con la sua creatività ed esperienza a sgomberare il campo da ogni problema o pericolo di caduta di stile prendendo spunto anche dai dubbi e ansie degli sposi per svelare alcuni trucchi del mestiere a volte anche con un taglio ironico e un po’ spettacolare.

Abiti da sposa e tutti i loro segreti con le produzioni americane ambientate in un celebre atelier di Manhattan a New York e a Napoli.

E’ invece la riproposizione di un programma made in Usa il reality show “Abito da sposa cercasi”. Protagoniste non tanto le coppie ma il negozio storico e più grande al mondo “Kleinfel Bridal”, nel cuore di Manhattan. Il programma è cucito sul binomio sposa-abito e rivela sogni, desideri, ansie e capricci delle future spose più esigenti d’America. Le professioniste dell’atelier seguono le giovani donne passo dopo passo nella scelta dell’abito dei sogni. Potrebbe essere interessante seguire qualche puntata per prendere spunto o semplicemente stemperare la tensione e rendervi conto che nella fase “agitazione” ci passano tutte le ragazze che stanno per compiere il grande passo. In ogni puntata c’è la fase della scelta del modello, prove modifiche e eventuali personalizzazioni dell’abito. A rendere succoso ogni episodio, contribuendo ad aumentare il livello di stress e insicurezza, c’è la schiera di parenti e amici che accompagnano la promessa sposa e che vogliono immancabilmente esprimere la loro opinione. Assolutamente da non prendere come esempio è invece “Il mio grasso matrimonio gipsy” che vede protagoniste le comunità zingare della Gran Bretagna tra forti contraddizioni, tradizioni sfarzose, litigi chiassosi, festeggiamenti provocanti. Un popolo che ha conservato le tradizioni degli avi impossessandosi però del lato più volgare della vita di Vip e celebrità. Protagonisti sono in genere coppie giovanissime che festeggiano in bilico fra regole ferree (ad esempio la castità prematrimoniale), opulenza e abiti sgargianti. L’ideale per passare mezz’ora divertendosi e facendo poi l’esatto contrario. Si torna invece al glamour tipico del dna italiano con il programma “Matrimonio all’italiana” il cui titolo copia quello del celebre film di Vittorio De Sica. Simile ad “Abito da sposa cercasi”, anche qui il protagonista è un famosissimo atelier, o meglio, laboratorio di abiti da sposa, di Napoli. Viene seguita la vita quotidiana della proprietaria Anna Guerrini, donna dalla personalità molto forte, con un enorme talento, creatività e capacità imprenditoriale. Ogni giorno nel suo atelier si avvicendano spose alla ricerca dell’abito perfetto tra prove sogni e speranze.

E’ invece una novità assoluta il lancio del nuovo canale tematico di Sky “Wedding tv” partito solo da pochi giorni in un mix di produzioni straniere e italiane.

Insomma una sorta di vero e proprio docu-reality per 24 ore al giorno. A dire la verità l’idea non è originalissima perché nasce nel 2006 in Gran Bretagna sempre su Sky e BSkyB. E l’Italia non è nemmeno il secondo Paese in cui approda perché la tv è già visibile in Irlanda, Russia, Turchia, Scandinavia, Ungheria, Repubblica Ceca, Polonia, Ucraina, SudAfrica, Malesia e Australia. Ma sarà un’occasione imperdibile per giovani donne o trentenni che si apprestano a compiere il grande passo per sognare e fantasticare sul grande giorno. I programmi si rivolgono infatti principalmente ad un pubblico femminile tra 25 e 44 anni. Cosa c’è di meglio che scoprire moda, usanze e tradizioni di altri Paesi per prendere ispirazione? In bilico tra sogno e realtà, sarà un’occasione per dare alle vostre nozze una connotazione italiana strizzando l’occhio all’estero. Non solo. Tutte le produzioni saranno in HD quindi con immagine perfette e ben definite: il che non guasta per alimentare fantasia e glamour. Molti format stranieri saranno adattati alla realtà italiana. Il pubblico potrà assistere anche a matrimoni in presa diretta per vivere in anteprima sul divano di casa l’emozione del grande giorno. Il tutto con la supervisione di esperti di moda, wedding planner e chef di alto livello e commenti da studio. Senza dimenticare sfilate di moda, tendenze e curiosità e i matrimoni dei rampolli dell’upper class americana. Presente anche un team di psicologi ed esperti d’immagine per aiutare la sposa in vista dell’evento. Siccome poi il sogno è spesso enfatizzato anche dal mondo dorato dei Vip non mancheranno le nozze di personaggi famosi o dei discendenti delle varie case reali. Che dire poi della location? Un elemento fondamentale per la riuscita del grande giorno: Wedding Tv vi presenterà una carrellata delle più famose ed esclusive, sia italiane che internazionali. Fra i nomi di spicco che condurranno i programmi ci saranno il wedding planner Angelo Garini, la stylist Carla Gozzi, lo chef Alessandro Borghese e il creatore di torte nuziali Buddy Valastro.
261 reads

Blog

Quando tutto sembra filare liscio senza sorprese particolari, ci pensano i vostri amici a ravvivare l’atmosfera con qualche fuori programma. Cosa c’è di meglio, infatti, di qualche bello scherzetto per aggiungere un p...

Blog

Recentemente si è vista in Italia una particolare apertura alle novità nel campo del wedding, cogliendo spunti da quelle realtà, quali ad esempio gli Stati Uniti, che sono un riferimento per la vita mondana e festaiola

Blog

Il matrimonio figurato non ha valore legale ma è scelto da quelle coppie che vogliono scambiarsi le promesse in un luogo che per loro è particolarmente significativo

Blog

Per le nozze arriva lo stile “shabby chic” di derivazione tipicamente anglosassone: un po’ retrò e dall’aspetto “vissuto” ma estremamente di tendenza per quel tocco vintage.

Blog

Una formula moderna e dinamica che i catering del matrimonio offrono per proporre bevande, ma anche spiedini di frutta, buffet di dolci, con angoli dedicati al rhum e sigari, con esibizioni acrobatiche di esperti “bar...

CONTATTACI

Ti riponderemo entro poche ore.

Nome

E-mail

Messaggio

ASPETTA

Questa funzione è riservata agli utenti registrati.
Accedi o Registrati per accedere a tutti i vantaggi del sito