0
43792
open Le tue nozze
Approfondisci:

Un discorso di nozze dedicato ai novelli sposi

Un discorso di nozze dedicato ai novelli sposi
Il testimone o un invitato può rivolgere un discorso di nozze augurale ai novelli sposi ed anche questi ultimi possono preparare un discorso da proferire durante il banchetto del loro matrimonio.
Tipica abitudine anglosassone arrivata oggi anche in Italia è quella di rivolgere un discorso di nozze agli sposini e ciò può farlo sia un testimone che un invitato.
Può apparire tutto molto facile, ma in effetti è un compito abbastanza arduo quello di effettuare un discorso di nozze che non rasenti la volgarità o addirittura ricordi episodi poco piacevoli di uno dei due sposi.
Sarebbe ottima abitudine prepararsi per il giorno del matrimonio un discorsetto scritto da leggere e rileggere prima di pronunciare parole inopportune.
E’ vero che essere spontanei è la prima cosa, ma è anche vero che si può rischiare di cadere in qualche gaffe complice l’emozione o l’essere presi alla sprovvista nel caso di una richiesta non prevista.
Lo sposo dovrebbe sempre avvertire il proprio testimone o anche un semplice invitato che ci sarà un discorso di nozze e sul fatto che verrà interpellato per dire qualche parolina sui due piccioncini che stanno per spiccare il volo per una nuova vita familiare.
Per un discorso di nozze è sempre bene partire con qualche preambolo spiritoso senza per questo, cadere nell’esagerazione, suscitando l’ilarità dei presenti senza eccedere, altrimenti si rischia di superare la soglia del buon gusto.
Ci sono persone che amano dilungarsi e magari esprimersi con fare volutamente commovente, ma anche in tal caso è necessario non portarla troppo per le lunghe perchè bisogna ricordarsi che si tratta di un discorso di matrimonio e non di un funerale!
Errore categoricamente da evitare, nel discorso di nozze, è quello di far riferimento a precedenti fidanzate o vecchie storie di cui magari la sposina non è nemmeno al corrente.
Un discorso di nozze semplice, chiaro e senza doppi sensi, va più che bene e qualche frasetta commovente se viene fuori, può essere il presupposto per rendere speciale un giorno fiabesco per una giovane coppia.
Inutile preparare un discorso di nozze colmo di frasi fatte magari prese dal web perchè gli aforismi di poeti e scrittori, li conoscono un po’ tutti quindi, non si farebbe certamente una bella figura!

Attenzione anche al momento in cui il discorso di nozze viene effettuato


E’ chiaro che se un invitato si propone per fare un discorso di nozze agli sposi, deve necessariamente essere un amico di famiglia o quantomeno una persona che conosce a fondo gli sposi così che possa elargire loro delle parole sentite, vere e non di convenienza.
L’invitato, nel suo discorso di nozze, dovrà ringraziare gli sposi ed i rispettivi genitori della bellissima festa organizzata e augurare anch’egli fortuna e prosperità alla nuova famiglia che sta per costruirsi. Il discorso di nozze deve essere essenziale e ben impostato. Se c’è un iniziale imbarazzo, man mano che il fluire delle parole si farà più accentuato, tutta la vergogna scomparirà come per incanto e la spontaneità prenderà il sopravvento.
E’ preferibile fare il discorso di nozze a metà del pranzo quando lo stomaco dei presenti ha placato la fame iniziale mentre è sconsigliabile parlare quando il banchetto sta per terminare perchè una conversazione preparata con la massima diligenza e accuratezza, potrebbe tramutarsi in una cosa noiosa e pesante.

Anche gli sposi possono prendere la parola in un discorso di nozze


Non tutti gli uomini sono audaci come appaiono nella vita quotidiana e fare un discorso di nozze davanti a tanta gente che osserva, non è affatto un compito facile.
Sicuramente è meglio preparare un discorso di nozze molto semplice e schietto e tutto rivolto alla donna che si è scelta per la vita.
Gli elogi verso quest’ultima, non devono mai mancare, gli accenni alla sua bellezza e alla sua fiducia per un futuro perfetto, sono i temi ideali per il discorso di nozze da rivolgere alla propria sposa.
Se si hanno dei genitori che sono arrivati a determinati anni di matrimonio felice è ovvio che bisogna portarli come esempio e come auspicio, meglio ancora se come preciso punto di riferimento.
Anche alla sposina è consentito effettuare un discorso di nozze ed è sempre quello più atteso dal pubblico presente ma si rivela anche il più difficile, vista l’immensa emozione di quel giorno così importante.
Certamente non è una tesi di laurea ma bisogna prepararlo qualche settimana prima esercitandosi a stare in piedi ed eretta con le spalle perchè i discorsi di una certa importanza, si fanno in piedi e mantenendo un comportamento idoneo al caso.
Si può ricordare qualche aneddoto divertente sulla vita di coppia e naturalmente non dovranno mancare i ringraziamenti alle persone intervenute alla cerimonia visto che è la padrona di casa che di solito si occupa di queste cose.
Un grazie immenso naturalmente, deve essere rivolto ai suoceri che hanno cresciuto un ragazzo amabile ed educato come l’uomo che entra a far parte di questa nuova famiglia.
Un passaggio questo molto importante che potrebbe avere dei risvolti commoventi perchè solitamente, la suocera vede la nuora come una sorta di ostacolo tra lei ed il figlio mentre la sposa con parole trasparenti e molta umiltà, avrà il compito di farle comprendere che saranno due complici ed insieme affronteranno qualsiasi difficoltà si presenterà nella vita matrimoniale che sta per sbocciare. Anzi, la sposa dovrà portare ad esempio se possibile, la vita matrimoniale dei suoceri come fulgido auspicio del percorso che sta per intraprendere con suo marito.
Scritto il: 28-01-2015 - letto 5702 volte