D’her atelier

  • Preventivo gratis e informazioni
  • Mostra telefono
Via G.B. Nicolosi, 57/A
95047 Paterno (CT)
Mappa

Le sorelle Enza e Nina Marici scoprono la passione per i tessuti e gli abiti da sposa per gioco,quando ancora adolescenti, andavano in sartoria a guardare e curiosare il lavoro di fili e rocchetti delle sarte. I primi abiti nascono ispirazione barocche e richiamano la sfarzosità dei siciliani di fine seicento – primi settecento. Abiti e gonne assai ampie, sottovesti di pizzi e crinoline, tulle e applicazioni. Dalla immagine di una donna romantica, pian piano si passa all’avoluzione di uno stile più vicino alla linearità e semplicità. l’asperienza acquisita negli anni porta a modificare l’ispirazione. Nuovi effetti campestri che caratterizzano le creazioni di questa seconda fase. Cambiano le linee, i volumi sono ridimensionati, vi sono numerose applicazioni di pizzi macramè, piccoli fiori e margheritine a rilievo, ma soprattutto si aggiungono nuove gradazioni coloriche. Le donne del terzo millennio? I fatti di cronaca e le immagini trasmesse in tutti i telegiornali del mondo orientale ispirano le creazioni sposa e alta moda. Una ventata dal sapore etnico per donne che indossano abiti a mo’ di burka dal velo lungo. Le creazioni di alta moda si arricchiscono di perline, trasparenze e pizzi. L’ombelico si scopre , è messo in risalto , mentre fasce veli e bandane ricoprono la testa per fare risaltare il viso e gli occhi. E come i recenti fatti di cronaca giungono alla ribalta via etere, cosÌ le creazioni D’her Atelier vengono presentate al grande pubblico, non solo televisivo, in occasione della manifestazione romana Mod’Art (2000 – 2001 – 2002). Un momento unico che ha permesso di accendere un faro sull’astro e sulla fantasia creativa sconosciuta ai più. Il 2003 è stato ricco di eventi, sfilate e moda. Nuove fantasie e creazioni hanno spinto le stiliste a veri “estri naturali”: si parla tanto di ecologia, rispetto della natura e biologico, perché non dare un contributo con la moda? Gli abiti sono realizzati elegantemente, ma resi particolari dall’aggiunta di materiali di origine naturale (canapa, scaglie di corteccia e corda) e di tessuti di notevole pregio quali duchesse in seta pura, shantung, pizzi e ricami siciliani: nasce cosÌ l’ispirazione per la collezione “Radici”. Un intreccio di fili e tessuti sembra voler simboleggiare le radici degli alberi che si diramano nella profondità della terra. Un sogno e un desiderio che le sorelle Marici concretizzano attraverso la loro giovane azienda: salde e solide radici. La collezione culmina con l’abito “Origami” realizzato con carte speciali e corteccia che balza agli onori delle cronache modaiole in occasione della kermesse Altaroma che vede al “tempio di Adriano” la creazione delle “D’Her” in assoluto la più recensita dalla stampa (da “costume e società” a “la vita in diretta” da “casa rai” alle riviste di moda più chic). E poi la collezione 2005 fiore all’occhiello della rassegna siciliana “Idee per la Sposa”, un trionfo di tessuti pregiati sapientemente “tagliati” per esaltare la femminilità di una donna che come Enza e Nina propongono è “protagonista dell’apparire mostrando la sua forte personalità esaltata dalle linee e dal gusto”.

Scheda

Nome del responsabile:
Enza e Nina Marici

Note:
Le sorelle Enza e Nina Marici scoprono la passione per i tessuti e gli abiti da sposa per gioco,quando ancora adolescenti, andavano in sartoria a guardare e curiosare il lavoro di fili e rocchetti delle sarte. I primi abiti nascono ispirazione barocche e richiamano la sfarzosità dei siciliani di fine seicento - primi settecento. Abiti e gonne assai ampie, sottovesti di pizzi e crinoline, tulle e applicazioni. Dalla immagine di una donna romantica, pian piano si passa all'avoluzione di uno stile più vicino alla linearità e semplicità. l'asperienza acquisita negli anni porta a modificare l'ispirazione. Nuovi effetti campestri che caratterizzano le creazioni di questa seconda fase. Cambiano le linee, i volumi sono ridimensionati, vi sono numerose applicazioni di pizzi macramè, piccoli fiori e margheritine a rilievo, ma soprattutto si aggiungono nuove gradazioni coloriche. Le donne del terzo millennio? I fatti di cronaca e le immagini trasmesse in tutti i telegiornali del mondo orientale ispirano le creazioni sposa e alta moda. Una ventata dal sapore etnico per donne che indossano abiti a mo' di burka dal velo lungo. Le creazioni di alta moda si arricchiscono di perline, trasparenze e pizzi. L'ombelico si scopre , è messo in risalto , mentre fasce veli e bandane ricoprono la testa per fare risaltare il viso e gli occhi. E come i recenti fatti di cronaca giungono alla ribalta via etere, cosÌ le creazioni D'her Atelier vengono presentate al grande pubblico, non solo televisivo, in occasione della manifestazione romana Mod'Art (2000 - 2001 - 2002). Un momento unico che ha permesso di accendere un faro sull'astro e sulla fantasia creativa sconosciuta ai più. Il 2003 è stato ricco di eventi, sfilate e moda. Nuove fantasie e creazioni hanno spinto le stiliste a veri "estri naturali": si parla tanto di ecologia, rispetto della natura e biologico, perché non dare un contributo con la moda? Gli abiti sono realizzati elegantemente, ma resi particolari dall'aggiunta di materiali di origine naturale (canapa, scaglie di corteccia e corda) e di tessuti di notevole pregio quali duchesse in seta pura, shantung, pizzi e ricami siciliani: nasce cosÌ l'ispirazione per la collezione "Radici". Un intreccio di fili e tessuti sembra voler simboleggiare le radici degli alberi che si diramano nella profondità della terra. Un sogno e un desiderio che le sorelle Marici concretizzano attraverso la loro giovane azienda: salde e solide radici. La collezione culmina con l'abito "Origami" realizzato con carte speciali e corteccia che balza agli onori delle cronache modaiole in occasione della kermesse Altaroma che vede al "tempio di Adriano" la creazione delle "D'Her" in assoluto la più recensita dalla stampa (da "costume e società" a "la vita in diretta" da "casa rai" alle riviste di moda più chic). E poi la collezione 2005 fiore all'occhiello della rassegna siciliana "Idee per la Sposa", un trionfo di tessuti pregiati sapientemente "tagliati" per esaltare la femminilità di una donna che come Enza e Nina propongono è "protagonista dell'apparire mostrando la sua forte personalità esaltata dalle linee e dal gusto".

Abiti da cerimonia:
SI

Fonte: Sito web operatore
Ultimo aggiornamento: venerdì, 14 febbraio, 2014

Mappa

Recensioni

Scrivi una recensione



Devi essere un utente registrato per poter inviare una recensione.

Accedi o Registrati per accedere a tutti i vantaggi del sito

Da Marcella Fava vi aspetta un magico sconto del 15% sul servizio fotografico se vi sposate a luglio!

Per chi si sposa a luglio e prenota entro dicembra da Marcella Fava in regalo il 15% di sconto sul servizio fotografico e video digitale insieme

Blog

Per l’importanza data al banchetto di nozze è importante riuscire ad accostare un vino per il matrimonio che sia giusto per il menù che vi verrà proposto: conoscere gli abbinamenti tra sapori può essere un’esperienza ...

Blog

Quando tutto sembra filare liscio senza sorprese particolari, ci pensano i vostri amici a ravvivare l’atmosfera con qualche fuori programma. Cosa c’è di meglio, infatti, di qualche bello scherzetto per aggiungere un p...

Blog

Pur avendo perso la rigidità dei ricevimenti di qualche tempo fa, il banchetto di nozze rimane un momento importante in cui non deve mancare il buon gusto

Blog

Testimoni che dimenticano le fedi, bambini chiassosi, animali inopportuni. Non si può prevedere tutto ciò accadrà il giorno delle nozze, ma ad alcuni imprevisti si può rimediare per tempo

CONTATTACI

Ti riponderemo entro poche ore.

Nome

E-mail

Messaggio

ASPETTA

Questa funzione è riservata agli utenti registrati.
Accedi o Registrati per accedere a tutti i vantaggi del sito