0
86821
open Le tue nozze
Approfondisci:

Abito da cocktail per invitate glamour... impeccabili al matrimonio

Abito da cocktail per invitate glamour... impeccabili al matrimonio
Coco Chanel diceva che ogni donna deve tenere nel proprio guardaroba un abito da cocktail. Aprite l’armadio e sfoggiatelo per il matrimonio della vostra amica: sarete impeccabili e very chic
L’abito da cocktail nasce negli anni ’40 quando Christian Dior delineò il design di un abito elegante che sostituisce quello da grand soirée, ma che dona a chi lo indossa un’allure raffinata e di classe.
Potrete sfoggiare un abito da cocktail per un matrimonio, che non richieda un dress code formale con l’abito lungo da sera.

Abito da cocktail in versione corto, sopra le ginocchia ispirato agli anni '50


Dal design vintage e in tessuto lucido, raso o shantung, l'abito da cocktail è perfetto nelle tonalità più accese, dal giallo al blu notte, o stampato. Se preferirete le stampe floreali potrete contravvenire alla regola di galateo nuziale, che vieta alle invitate di vestire di bianco. Potrete, infatti, scegliere una tinta candida su cui si accentuano i colori sgargianti di grossi fiori, tratteggiati in stile pennellata.
La lucentezza dei tessuti rende questo abito adatto a cerimonie pre-dinner, ma anche serali.

Se vi piace uno stile delicato dal tocco chi indossate un avvolgente abito da cocktail


Perfetti per questo modello di abito da cocktail, sono i tessuti più preziosi in pizzo. Potrete scegliere un lingerie dress con decori ton sur ton ad effetto ramage, oppure un abito dal  design più sensuale con pizzi traforati su tutta la lunghezza, con un gioco vedo non vedo, non troppo esagerato.
Preferite colori pastello, dal rosa antico al verde acqua o tonalità neutre, dal brown al greenery. I merletti impreziosiscono l’abito e tinte troppo contrastanti toglierebbero eleganza all’abito.

Un lingerie dress in chiffon dalle tonalità nature sarà perfetto per le invitate dall’anima Boho


Nei toni naturali della terra e del giallo, avranno un respiro leggero e delicato, magari impreziositi da dettagli luccicanti sullo scollo. Lo chiffon e l’organza daranno una nota di trasparenza appena accennata, perfetta per una cerimonia di giorno.

A seconda dello stile dell’abito da cocktail che si sceglie è il dettaglio che ne fa la differenza


L’abito da cocktail è reso molto stiloso dalla manica che arriva al gomito, perfetta per i modelli dal taglio aderente. Se scegliete i tessuti in pizzo, la manica potrà essere rivestita da un merletto traforato, dall’aura molto romantica.
La manica corta a palloncino, che copre solo la spalla, è perfetta per il design anni ’50, riprendendo l’effetto balloon della gonna. Un lingerie dress, avrà una sottile spallina, magari con applicazioni scintillanti in strass.
Ultimo dettaglio di stile dell’abito da cocktail è la scollatura.
Non esagerate con scolli a V estremi e troppo sexy. Preferite invece una scollatura più sobria a girocollo, molto adatta al design anni ’50. Se vi piace l’idea di mettere in mostra le spalle, potete scegliere un abito da cocktail con scollatura a barchetta, che si apre verso le braccia, senza esporre eccessivamente il decolletè.
Scritto il: 14-12-2017 - letto 179 volte