0
36823
open Le tue nozze
Approfondisci:

Un accogliente e bel banchetto di nozze… direttamente nel giardino di casa propria

Un accogliente e bel banchetto di nozze… direttamente nel giardino di casa propria
Non sempre è facile organizzare ricevimenti, come quello di un matrimonio, in grande stile ed a casa propria, senza sbagliare qualche dettaglio nel conferire un tono informale

Matrimonio a casa. Sì, però, come bisogna preparare gli spazi? Li possiamo allestire noi o chiamiamo una ditta esterna? Quando e come organizzare il ricevimento? Gli spazi sono sufficienti? Sarà meglio un cocktail, una merenda, o un dopocena? Che cosa bisogna servire?


“Casa, dolce casa”: niente di più accogliente di un ricevimento di nozze a casa propria.


Se avete la fortuna di avere a disposizione una grande tenuta di campagna o un piccolo castello tra le proprietà di famiglia, potrete sottrarvi all’incombenza di una ricerca piuttosto impegnativa di una location alternativa o del più classico ristorante per organizzare direttamente a casa vostra il ricevimento di nozze. Una casa “vera” trasmette un impareggiabile senso di “vissuto e reale”, di calda ospitalità, discreta, ma avvolgente. E poi, perché non prendere in considerazione anche eventuali dimore di campagna di amici e parenti? Con la massima probabilità una richiesta del genere verrebbe accolta con entusiasmo dagli interpellati. Certo, in questo caso occorre metter in conto un inevitabile processo di “adattamento” della dimora in questione: mobili da spostare, illuminazione adeguata da prevedere, spazi da reinventare al meglio.


Per organizzare un ricevimento a casa, vi sono poche e semplici regole per aiutarvi a evitare gaffe o momenti imbarazzanti.


La regola dalla quale partire per organizzare il ricevimento di nozze a casa è quella di considerare un metro quadro di spazio per ogni persona che farà parte del ricevimento. Conviene allestire il banchetto in giardini o piccoli parchi intorno alla proprietà con gazebo o tensostrutture ed  è molto importante prevedere degli spazi di servizio per il catering. Molte vecchie case di campagna, ad esempio, possiedono delle favolose autorimesse o degli ampi garage: in queste aree lo staff del banqueting può montare le cucine mobili. In caso contrario, si devono prevedere dei gazebo o delle pagode non troppo distanti dal punto del ricevimento, per consentire al personale di servizio di portare i pasti in tempi piuttosto rapidi senza fare giri inutili. Ovviamente gli spazi di servizio devono essere muniti di allacciamenti per acqua ed energia elettrica; oggi è possibile stipulare dei contratti provvisori con le aziende per un aumento di potenza, oppure si dovrà provvedere con un gruppo elettrogeno a parte. In caso di ricevimenti intimi, con una cinquantina di invitati, si può anche pensare ad un ricevimento tra le mura domestiche. L’area disponibile deve aggirarsi sui sessanta metri e per queste occasioni bisogna pensare che sono più adatti i festeggiamenti a buffet. Gli spazi saranno organizzati in maniera capillare. La cucina della casa deve essere lasciata il più “nuda” possibile, mentre le varie stanze  ospiteranno, a seconda dei casi, una zona buvette, l’angolo buffet e la zona caffè. Le ditte di catering e banqueting sono talmente specializzate che il disagio sarà ridotto al minimo. L’importante, infatti, è che non siano invadenti, per cui i mobili non verranno sballottati da un posto all’altro, ma utilizzati per rendere unico il ricevimento. Una bella consolle o un tavolo d’epoca possono essere utilizzati come punti d’appoggio per le portate, mentre le sedie con l’opportuno “vestito” verranno disposte ai bordi della stanza.
Nell’organizzare banchetti in case private prevedete sempre uno spazio per il bello e l’eventuale brutto tempo. La cornice ideale per riunire tutti gli invitati è, infatti, un profumato giardino. Cosa c'è di meglio se non festeggiare un momento tanto lieto stando all'aria aperta, circondati dall'amore di tutti i nostri cari?
Anche se il matrimonio viene celebrato in un soleggiato sabato di luglio, è bene sempre predisporre un luogo dove potersi ritirare, magari una suggestiva veranda, nel caso in cui il tempo muti improvvisamente o vi sia un caldo eccessivo e si rischi di rovinare la piacevole giornata. È sempre opportuno, infine, prevedere due bagni, uno più ampio ed elegante dedicato alle esigenze degli ospiti ed un secondo magari più piccolo e defilato da destinare al personale di servizio.


Infine, nell’organizzare il ricevimento a casa, ricordate gli addobbi e il menù.


Dopo aver pensato a questi accorgimenti si dovrà badare a tutti gli altri dettagli che renderanno il ricevimento di nozze a casa all’altezza della situazione. Grandi addobbi floreali ingentiliranno le bianche tovaglie ricamate, le quali al pari delle posate d'argento e dei bicchieri di cristallo, anche nel caso in cui si sia organizzato un buffet in piedi, non rappresentano una nota stonata, ma dei particolari di classe, grazie ai quali il ricevimento stesso acquista un tono elevato.
Per rendere originali i festeggiamenti in casa dando un tono decisamente diverso dal solito, potreste addirittura concordare con un catering un menù che vi ricordi le interminabili cene passate in famiglia con il vostro fidanzato, creando un piccolo campionario delle delizie più prelibate.


Di sicuro l’affitto di strutture che solitamente ospitano i ricevimenti può mettervi al riparo dai soliti inconvenienti che possono capitare quando si fa da sé. In linea di massima, per cerimonie con più di 50-60 invitati, a meno che non si disponga di qualche maniero di famiglia o di una grande cascina, l’affitto di un castello o di una villa antica può essere una strada percorribile con maggior tranquillità, quantomeno per evitare il problema di riassettare la vostra splendida dimora, una volta spente le luci della grande festa.

Scritto il: 16-06-2014 - letto 1827 volte