0
64662
open Le tue nozze
Approfondisci:

Alla fine del banchetto di nozze… open bar e danze sfrenate fino all’alba

Alla fine del banchetto di nozze… open bar e danze sfrenate fino all’alba
Musica, atmosfera gioiosa, balli di gruppo, latino americano, romantici tête-à-tête conditi da stuzzichini e spumante, champagne e cocktails: il pranzo ormai è finito da un po’ ed è ora di cominciare a divertirsi sul serio
Saloni, ma anche parchi e giardini, al termine del banchetto si trasformano magicamente in discoteche a cielo aperto, in cui soprattutto i più giovani si attardano per danzare. È il cosiddetto “open bar” in cui, tra un ballo e l’altro, per riacquistare nuove energie, vengono serviti stuzzichini e drink, alcolici e analcolici (ma è sempre meglio prevedere anche bottiglie d’acqua gasata e naturale in quantità).

L’open bar dopo il ricevimento di nozze è un’idea divertente e unica: sì a bevande alcoliche, analcoliche, piccoli rinfreschi e tanta buona musica


Nel luogo dove avete deciso di organizzare l’open bar, deve anche trovare posto un tavolo riservato agli sposi: mentre tutti si scatenano potrebbero sempre avere voglia di stare un po’ insieme qualche momento (sempre che non siano già partiti verso altre mete, lasciando agli ospiti tutto il piacere del divertimento). La scelta dei brani musicali, deve tener conto dell’eterogeneità degli invitati e delle diverse età, cercando, quindi, di scegliere brani in grado di accontentare un po’ tutti, facendo intonare dall’orchestra anche i brani preferiti dai genitori o da qualcuno degli amici più intimi. Per quanto riguarda gli stuzzichini, scegliete snack leggeri con opportune varianti, visto che il banchetto avrà saziato anche gli appetiti più robusti. A farla da padrone saranno comunque le bevande e i cocktails con selezioni di liquori e per i più temerari anche long drinks. Sarebbe bene agire con moderazione. Benché alcoliche, le bevande dovrebbero essere leggere e delicate: non vorrete mica ritrovarvi ospiti ubriachi persi? Si generano poi situazioni difficili da gestire e che soprattutto risultano molto antipatiche, perché rovinano una festa che è stata impeccabile fino ad un secondo prima. Quindi via libera anche a bevande analcoliche a base di frutta, succhi di vario genere.
Oltre agli stuzzichini, sarebbe opportuno che per tutta la serata (o forse è meglio dire nottata?) rimanesse a disposizione anche un piccolo buffet di dolci e salatini prevedendo anche la distribuzione di un piatto caldo o freddo (a seconda delle stagioni). Il salone per il ballo, ovviamente ampio e spazioso, conterrà anche numerose sedie, poltrone e tavoli d’appoggio.

Nonostante il tono disinvolto del momento, non dimenticatevi del buon vecchio galateo e delle sane tradizioni durante il vostro open bar


 In questa occasione di festeggiamenti open bar, gli sposi apriranno le danze, ballando un lento insieme sulle note della “loro” canzone che li ha fatti innamorare. Scegliete comunque una playlist variegata con ritmi ballabili e lenti e poi più veloci. Per iniziare un classico come She, di Elvis Costello e colonna sonora del film Notting Hill, oppure Your Song di Elton John, ad esempio, vanno benissimo.
Quando l’atmosfera si sarà riscaldata e tutti si saranno lasciati coinvolgere, continuerete con il ritmo coinvolgente delle hit anni ’70 e ’80, per lanciarvi successivamente nei balli latino americani. Samba e rumba sono i più facili e imitabili, anche se non si conoscono i passi alla perfezione.
Ora che si avvicina l’estate, molte locations offrono la possibilità di organizzare le danze e l’open bar nel parco o a bordo piscina sotto un romantico cielo stellato. E allora, in questo caso, perché non dare al vostro evento un valore aggiunto con un bello spettacolo conclusivo di fuochi d’artificio? Spesso gli sposi li acquistano per stupire gli invitati e per dare un tocco fiabesco al ricevimento. Addirittura lo sposo ordina il servizio all’insaputa della dolce metà, per vedere i suoi occhi brillare durante i giochi pirotecnici.
Un’ultima considerazione riguarda l’abito della sposa (sempre che non abbia abbandonato la festa dopo aver aperto le danze). Se la location o il ristorante mettono a disposizione una camera riservata, sarebbe opportuno un cambio d’abito, riponendo strascichi, sottogonne e tacchi vertiginosi a favore di un elegante abito da sera.
Scritto il: 06-07-2016 - letto 452 volte