0
80358
open Le tue nozze
Approfondisci:

Ecco perchè gli scherzi degli amici renderanno il vostro matrimonio un simpatico giorno da ricordare

Ecco perchè gli scherzi degli amici renderanno il vostro matrimonio un simpatico giorno da ricordare
Quando tutto sembra filare liscio senza sorprese particolari, ci pensano i vostri amici a ravvivare l’atmosfera con qualche fuori programma. Cosa c’è di meglio, infatti, di qualche bello scherzetto per aggiungere un po’ di pepe alla festa del matrimonio?
L’atmosfera magica che si respira ad un ricevimento di nozze non dipende solo dall’unicità della location, dalla maestosità degli allestimenti o dal cibo prelibato, ma anche da qualche diversivo scherzo da matrimonio che sappia stemperare il clima troppo formale. Ogni coppia di sposi ormai sa che inevitabilmente dovrà sottoporsi alle trovate di qualche buontempone che spesso coinvolge nell’organizzazione tutti gli invitati alle nozze.
Alcuni scherzi per il matrimonio richiedono una pianificazione attenta che parte addirittura dalla festa di addio al celibato quando il futuro sposo è più propenso ad alzare il gomito e preso dalla parlantina sciolta potrebbe cominciare a raccontare episodi un po’ “scabrosi” della vita passata prima di conoscere lei o di situazioni particolarmente imbarazzanti che l’hanno messo in ridicolo. Per gli amici sarà un gioco da ragazzi munirsi di registratore nascosto e annotare tutto mandandolo in “onda” durante il ricevimento, magari in un momento in cui lui meno se l’aspetta e ha già assunto l’atteggiamento tranquillo di chi è sicuro di averla scampata.
Ovviamente non si deve eccedere con il rischio di cadere nel cattivo gusto o di urtare la sensibilità di qualcuno.

Meglio evitare gli scherzi durante la funzione religiosa, ma, con la collaborazione del parroco, qualche piccolo diversivo è consentito


Per il matrimonio in chiesa sarebbe opportuno evitare qualsiasi tipo di scherzo. Non è ovviamente il luogo adatto e poi c’è il rischio che il celebrante non gradisca con conseguente ramanzina che rovinerebbe la giornata. Ma se la coppia è particolarmente in confidenza con il sacerdote che la sposerà, perché ha visto nascere e crescere i due fidanzati, gli amici potrebbero concordare con la sua complicità qualche piccolo diversivo, assicurandolo che l’imprevisto si svolgerà prima dell’inizio del rito e che quindi la cerimonia non verrà interrotta o disturbata in alcun modo. Un’idea carina, ai danni esclusivamente dello sposo ma con la complicità della dolce metà, è far partire dal fondo della chiesa una serie di sussurri sullo stile “telefono senza fili” lasciando trapelare che forse la sposa (che tarderà apposta ad arrivare) ha cambiato idea. Mentre tutti si guarderanno costernati, lo sposo all’altare comincerà ad agitarsi e a non capire più niente mentre il prete perfettamente d’accordo potrebbe buttare lì un “Che succede figliolo?”. Una volta svelato l’arcano e dato il tempo allo sposo di riprendersi dalla scampata sincope, il rito può finalmente iniziare.

A prestarsi maggiormente agli scherzi è però il ricevimento quando ormai gli sposi hanno superato la tensione e l’emozione della cerimonia solenne e sono più liberi di lasciarsi andare.


Protagonista per eccellenza di scherzi da matrimonio e goliardate è da sempre la torta nuziale. Qualche giorno prima della cerimonia uno degli amici fidati della coppia andrà dal pasticcere che deve preparare il dolce e si metterà d’accordo perché ne prepari un'altra in gommapiuma ma rifinita con le stesse guarnizioni dell’originale. A questo punto non resta che accordarsi con il ristoratore per la sostituzione e il gioco è fatto. La sposa armeggerà con il coltello per tagliare un’improbabile prima fetta allo sposo. Se però i vostri amici volessero essere perfidi fino in fondo il metodo c’è. Invece della copia in gommapiuma potrebbero farsi preparare una torta vera (magari con ingredienti non proprio di prima qualità così si risparmia). Al momento del taglio, l’amico del cuore di lui o di lei, preso dalla smania di condividere il momento magico, potrebbe offrirsi di sostituirsi al cameriere per portarla in sala. Colpito però da un attacco di goffaggine improvviso quanto provvidenziale rovescerà il carrello con inevitabili conseguenze disastrose. Gli sposi saranno presi in contropiede. Non volendo scagliarsi contro l’amico “imbranato” cercheranno di minimizzare mentre in realtà vorrebbero fare fuoco e fiamme.
Altro momento clou che si presta al dileggio è quello in cui verranno scartati i regali. Siccome in genere la sposa ha piacere di leggere ad alta voce i biglietti di auguri, un classico è sostituire gli originali con delle copie contenenti frasi imbarazzanti. La sposa non potrà sapere in anticipo cosa c’è scritto e partirà sicura a leggere salvo poi arrestarsi di colpo arrossendo, specie se particolarmente timida.

E perché no, qualche piccolo scherzo nella nuova casa degli sposi è d’obbligo.


La tradizione di organizzare scherzi ad un matrimonio, più o meno innocenti, ai danni degli sposi si può ripercuotere anche sulla nuova casa: dal “murare” la porta di ingresso, allo spargere acqua, farina e sale su pavimenti e nei cassetti o riempire la camera da letto con dei palloncini, a forma di cuore, che invadano completamente la stanza. Alternativa, invece molto perfida, è nascondere in casa una serie di sveglie programmate a suonare ogni 40 minuti durante la prima notte di nozze e disattivabili ovviamente solo a mano. Ed ancora, lasciare nel piatto della doccia, adeguatamente riempito d’acqua, un paio di belle anguille di Comacchio libere di sguazzare in attesa che lui o lei si illudano di godersi una doccia rilassante a fine giornata.
L’importante comunque è non essere mai volgari e non oltrepassare il senso della misura perché come recita un famoso detto: “Lo scherzo è bello finché dura poco”.
Scritto il: 07-06-2017 - letto 617 volte