0
80505
open Le tue nozze
Approfondisci:

Il grande giorno è arrivato... e tutto è pronto per girare un entusiasmante video del matrimonio

Il grande giorno è arrivato... e tutto è pronto per girare un entusiasmante video del matrimonio
Cosa deve fare il fotografo del matrimonio che girerà il video del vostro giorno più bello? Nulla deve essere lasciato al caso e un buon cameramen professionista sa esattamente come organizzare il reportage video del matrimonio
Alcune ore prima dell’inizio della cerimonia l’operatore, generalmente un fotografo per il matrimonio specializzato in video; si recherà in chiesa per montare le luci.

Prima tappa: è dalla casa dello sposo inizia il video del matrimonio


Dopo aver sbrigato tale compito, la prima meta del video di nozze è la casa dello sposo. Dopo aver controllato i filtri colore ed effettuato la taratura del nero e del bianco, si comincia. La casa di lui è in fermento: dai primi piani dei particolari, genitori e fratelli si passa a riprendere lo sposo mentre si  mette la giacca, dà uno sguardo all’orologio o si affaccia sul balcone in trepidante attesa.
Sarebbe meglio riprendere anche una finta uscita e partenza con la macchina, così i tempi del video risulteranno ben coordinati e ci sarà il tempo per far visita alla sposa.

Il video del matrimonio continua nella casa della sposa


È quindi il momento per andare a casa della sposa. Molta cura e attenzione verrà dedicata ai primi piani anche se il parrucchiere sta ultimando l’acconciatura. Seguono le riprese della sposa abbigliata e dei particolari, nonché quelle dei parenti e dei genitori emozionati. La sposa sale in macchina accompagnata dal babbo ed è già ora per il cameramen di scappare in chiesa, pronto per riprendere l’incontro fra i futuri sposi.

Tutti in chiesa dove continua il video del matrimonio


Un’altra ripresa sarà dedicata al parroco che inizia la messa per dare la giusta consequenzialità temporale al film. Dopo qualche  ripresa generica alla chiesa e agli invitati, il cineoperatore si deve preparare per la ripresa del momento clou dell’intera cerimonia: lo scambio delle fedi. I tempi in questa fase sono importantissimi. Se infatti la batteria della camera dovesse scaricarsi si devono avere dei minuti a disposizione per il cambio. Lo scambio deve infatti essere ripreso in maniera integrale senza fermare mai la telecamera evitando ovviamente anche interruzioni dell’audio. Dopo le riprese  dei primi piani dei genitori emozionati e le panoramiche sui presenti, sul momento della prima comunione, la conclusione e la firma dei registri, gli sposi vengono ripresi all’uscita per il classico lancio del riso. Ora il cameraman si può rilassare e dedicarsi ai momenti conviviali della festa.

Il video del matrimonio è concluso pronto per essere montato


Può essere divertente che il fotografo del matrimonio vi consegni anche una copia della ripresa integrale, ossia delle immagini come sono state girate, senza montaggio: chiedete in anticipo se è un servizio compreso nel prezzo o se dovete pagare un extra. Se così fosse, è pur sempre un investimento che vale il suo costo. È sempre bello rivedere le scene in tutta la loro spontaneità e soprattutto con l’audio originale. Per quanto riguarda il film delle nozze montato è bene consegnare 2 copie con relative custodie, su cui è possibile applicare delle copertine, foto degli sposi o qualche frase d’effetto. Nel contratto puntualizzate ovviamente anche che tipo di montaggio video del matrimonio desiderato. Fino a qualche tempo fa infatti si abusava di  effetti speciali con risultati poco naturali. Oggi la tendenza è di inserirli solo dove realmente necessario.
Perché il matrimonio possa essere ricordato come un evento davvero unico ed indimenticabile, la decisione sulla scelta dell’operatore per il video di nozze non deve, dunque, essere presa a cuor leggero. L’abilità e l’esperienza di bravi professionisti che, con grande maestria sappiano immortalare in una ripresa atmosfere e sentimenti, fermando la magia del grande giorno è senza dubbio il requisito per eccellenza. Riprese e montaggio devono essere un susseguirsi di stacchi, dissolvenze, sentimenti, esaltati da musiche e inquadrature che legheranno il cuore del telespettatore al ricordo.
Scritto il: 16-06-2017 - letto 423 volte