0
45464
open Le tue nozze
Approfondisci:

Photo Booth al matrimonio, una novità dal successo assicurato!

Photo Booth al matrimonio, una novità dal successo assicurato!
Cappelli buffi, occhiali giganti a forma di cuore, invitati e sposi con il rossetto, spose e amiche con barba e baffi, cornici strampalate: non siamo impazziti o catapultati nel mondo stralunato di Alice nel Paese delle Meraviglie ma ad un ricevimento di nozze alle prese con il “Photo booth”.
Il photo booth nel matrimonio è sempre più presente. Questo termine inglese, è di gran voga all’estero come elemento di intrattenimento collegato alla creazione di un ricordo fotografico per il giorno della cerimonia di nozze.
Di cosa si tratta? Di una idea arrivata direttamente, manco a dirlo, da Stati Uniti e Gran Bretagna: in pratica gli sposi, invitati, parenti e amici si fanno fotografare in pose e travestimenti buffi per farsi vicendevolmente gli auguri su miniset originali montati o cabine simili a quelle per foto tessere montate durante il ricevimento.
Non pensate ai classici box per le foto tessere che trovate in qualsiasi stazione o centro commerciale, ma a colorate cabine che vengono strategicamente posizionate in un angolo della location del ricevimento e permettono agli ospiti di fotografarsi disponendo di eventuali buffi travestimenti.
Non è semplice realizzare questo tipo di “divertimento”: per questo molti si affidano alle agenzie specializzate in photo booth per matrimonio che possono fornire attrezzatura professionale e garantire il miglior risultato, anche perché gestiscono ogni incombenza relativa al funzionamento e all’organizzazione del photobooth.
A meno che non abbiate la possibilità di procurarvene uno, ecco delle valide proposte, gestibili facilmente col vostro fotografo per il matrimonio o agenzia: se festeggiate all’aperto ed avete come sfondo un bell’albero, potreste appendere ai rami delle cornici di cartone colorate, in cui gli invitati possono ritrarsi oppure, creare uno spazio apposito munito di cavalletto e macchina fotografica istantanea (quest’idea va bene anche al chiuso).
Una simpatica alternativa sono le macchine fotografiche usa e getta: una per ogni tavolo e via libera alla creatività degli invitati, senza bisogno di nessuna specifica cabina photo booth o ambientazione.
Si può prendere un bancone o un tavolo lungo, un pannello come sfondo o anche un semplice lenzuolo bianco e tanti accessori divertenti quali parrucche, piume di struzzo, boa, cappelli a mongolfiera, occhiali giganti senza lenti dalle forme più strane, trucchi vari, nasoni, barbe e baffi finti e poi sbizzarrirvi nei travestimenti per fare o ricevere una dedica da amici e parenti e avere un ricordo sbarazzino e originale insieme a loro sdrammatizzando il grande giorno.

Il vero photo booth è la tipica cabina fotografica per le foto tessere


Ciascuna foto tessera, a colori o in bianco e nero, potrà essere personalizzata con la data delle nozze, una frase di ringraziamento in una grafica particolare e divertente, ma, come dicevamo, serve l’attrezzatura specifica.
Anche sui fondali vi potrete sbizzarrire creando diversi fondi con stoffe, cartone e pennarelli, mentre gli ospiti faranno a gara per farsi scattare l’immagine più assurda con una polaroid o con l’attrezzatura professionale fornita dal fotografo che ha allestito il photo booth per il matrimonio: potrebbe darsi che anche la zia più anziana e di “vecchio stampo” si lasci un po’ andare.
I protagonisti del photo booth di un matrimonio possono essere gli sposi, ma anche tutte le coppie presenti al ricevimento: mentre si baciano o brindano, un invitato in piedi di fianco sosterrà una cornice posizionata ad inquadrare il momento clou, mentre gli altri amici sia uomini che donne saranno in piedi dietro il divano ciascuno con una cornice, ovale, quadrata o rotonda da cui farà spuntare il proprio viso con espressioni buffe o semplici sorrisi.
Altra soluzione per un photo booth di un matrimonio particolarmente semplice, è far alternare diversi gruppi di amici e parenti o coppie recanti ciascuno una lavagna con su scritto un augurio particolare agli sposi, magari con un filo logico o concatenati fra loro in una sorta di piccola sceneggiatura in modo che le foto avranno poi un ordine sequenziale anche nell’album e quando toccherà agli sposi si potrebbe concludere con una frase del tipo “Eterna luna di miele”.

All’interno del photo booth del matrimonio parte il conto alla rovescia... 1, 2, 3 scatto!


La parte divertente sta nel fatto che gli ospiti entrano nel wedding photo booth e si preparano alla prima foto: da quando parte il primo scatto, hanno un tempo limitatissmo, in genere 4-5 secondi, per cambiare posa e, soprattutto, travestimento. Una sorta di mini-performance alla Fregoli. Nel photo booth da matrimonio cappelli, baffi finti e occhialoni si alternano a velocità comica sui visi dei partecipanti ed il divertimento di chi partecipa e di chi assiste è garantito.
Le fototessere di un wedding photo booth possono avere anche un carattere decisamente goliardico: ad esempio gli uomini potrebbero indossare occhiali di plastica dalle forme bizzarre, passando dalle classiche montature a cerchio gigante in stile moscone a quelle romantiche a cuore, oppure azzurre a forma di diamante o, ancora, i RayBan aviator giganti, oppure con tanto di naso finto e orecchie da coniglio. Le donne potrebbero invece ridicolizzarsi  indossando baffi e barbe finte oppure tenuti su con un’asticella e posizionati sotto il naso in accoppiata a uomini con il rossetto o con indosso boa e piume di struzzo.
Per il photo booth di un matrimonio si può scegliere anche un tema o filo conduttore come ad esempio la discodance Anni ’70 e ’80, con via libera a parrucche ricce nerissime e occhiali da sole, oppure parrucche clownesche colorate, nasi finti di varie dimensioni oppure ancora sbizzarrirsi sul tema cappelli, dal classico borsalino dai colori più strambi, ai sombreri ai cappelli bombati in stile mongolfiera fino ai cappellini con veletta.

Anche lo sfondo della cabina portatile o il telone retrostante può essere personalizzato con fantasie particolari


Le ambientazioni dovrebbero essere allegre per mettere sicuramente gli sposi e gli ospiti a proprio agio, visto che non è proprio da tutti prodursi in pose o atteggiamenti che magari non rientrano nelle proprie corde o a cui non si è assolutamente abituati così da catturare al meglio le sfumature del giorno di festa.
Molti sostengono che il photo booth non sia adatto a tutti i tipi di matrimoni, specie quelli più formali: forse in parte hanno ragione visto che alle nozze di coppie di un certo rango sarebbe improponibile vedere lo sposo con il rossetto o la sposa con i baffi, ma per i “comuni mortali” anche quelli abituati a mantenere un certo aplomb, sdrammatizzare non fa mai male, e una sana risata in compagnia non ha mai rovinato la reputazione a nessuno.
Scritto il: 23-04-2015 - letto 1074 volte