0
41713
open Le tue nozze
Jackie's Wedding Blog Title
Approfondisci:

Un matrimonio con nessuna... nota fuori posto

La musica che accompagna la celebrazione di un matrimonio deve adattarsi all’atmosfera che gli sposi vogliono creare ma, allo stesso tempo, oltrepassa il semplice aspetto formale, diventando una chiave di lettura della cerimonia
Un matrimonio con nessuna... nota fuori posto

Articolato o meno, la musica scelta per il matrimonio deve assolutamente e comunque prevedere un brano da eseguire nell’attesa della sposa e un pezzo particolare, più intimo e toccante, da riservare allo scambio degli anelli: due momenti, questi, che sono, in genere, vissuti nel più assoluto e imbarazzante silenzio.
Wagner, Schubert, Vivaldi, Händel e Bach, sono degli autori mai passati di moda per sottolineare i momenti più toccanti della cerimonia, dall’entrata in chiesa della sposa, al momento della firma, all’uscita della coppia dalla chiesa.
In molti casi, l’incarico di scegliere la musica viene svolto dal parroco o dall’organista della parrocchia che, purtroppo, hanno già, al loro attivo, un repertorio prestabilito di musica sacra e marce nuziali.


Sono molte le soluzioni per pianificare l’accompagnamento musicale per il matrimonio: da evitare, però,  improvvisati e dilettanti.


Oggi, per fortuna, ci sono soluzioni a portata di mano degli sposi, i quali possono rivolgersi ad agenzie specializzate, a professionisti e coristi della propria città per la musica del matrimonio.
Ci sono, infatti, artisti che suonano eccellenti note al violino, violoncello, flauto traverso, arpa, chitarra, oltre all’intramontabile organo a volte un po’ troppo maestoso ma comunque suggestivo.
La musica per il matrimonio non deve, comunque, trasformare l’intera cerimonia in un concerto interminabile: rischiereste di “affliggere” i vostri ospiti con una noia mortale.
Sconsigliato, poi, “reclutare” amici cantanti o organisti dilettanti, soprattutto se affetti da manie di protagonismo e di “bis” non richiesti.
Optate sempre per esecuzioni brevi che evitino al celebrante l’imbarazzo di dover aspettare la fine del brano per andare avanti nella cerimonia e che, soprattutto, non lo costringano a sgolarsi per farsi sentire.
Per rendere più significativo lo scambio della promessa, potreste fare ricorso a brevi esecuzioni jazz o inserire piccole poesie d’amore nel corso della cerimonia, mentre se volete attingere anche ad un repertorio di musica leggera, ricordatevi che essa deve essere comunque molto delicata, poetica e suggestiva.
In tal caso, è estremamente opportuno sottoporla all’ultima parola del celebrante, il quale, essendo “il padrone di casa”, non è affatto obbligato ad accettare bizzarrie o stravaganze dell’ultima ora.
Ultimamente, stanno diventando di moda i cori “da cappella” e quelli gospel che non sono, comunque, adatti a tutte le chiese e a tutte le cerimonie.


L’importanza della “scaletta” per la musica del matrimonio e del suo equilibrio d’insieme, per evitare inaspettati effetti soporiferi.


Per evitare di costruire un programma di musica per il matrimonio eccessivamente melenso e ridondante, sottoponete i vari brani scelti ad una prova di ascolto, eseguendoli di seguito, nello stesso ordine previsto per la cerimonia.
Non è detto, infatti, che musiche singolarmente bellissime e piacevoli, producano, una dopo l’altra, il medesimo effetto.
Non distribuite nessun programma delle musiche ai presenti al rito: siete al vostro matrimonio e non in una sala concerto.
Si tratta di una scelta poco elegante quanto inutile che rischierebbe di infastidire il celebrante: occorre privilegiare la cerimonia nei suoi aspetti religiosi e non in quelli “mondani”.

Letto 601 volte
Blog

Movida torinese un set alternativo per le foto del matrimonio di notte

I giovani sposi potrebbero gradire un servizio fotografico per le nozze che li vede protagonisti nei luoghi della movida di Torino

Blog

Shooting autunnale alla Reggia di Venaria. I fotografi di matrimonio a Torino propongono scatti regali

I colori d’autunno dei Giardini Reali della Reggia di Venaria offrono ai fotografi di matrimonio a Torino scenari da sogno, a bordo di una romantica gondola, o con lo spettacolo del Teatro d’Acqua come sfondo.