0
76907
open Le tue nozze
Approfondisci:

Come scegliere il tessuto per l'abito da sposa? I mille nomi e le mille sfaccettature dei tessuti più adatti a voi


			
Come scegliere il tessuto per l\'abito da sposa? I mille nomi e le mille sfaccettature dei tessuti più adatti a voi
			
Il tessuto del vostro abito da sposa potrebbe decretare il successo o l’insuccesso del vostro giorno speciale: sceglietelo con attenzione
			
Scegliere il tessuto dell'abito da sposa può sembrare un'impresa molto complicata per chi non ha esperienza nel settore abbigliamento e sartoria. In realtà, spesso le sarte o le commesse delle boutique o degli atelier di abiti da sposa sono in grado di indirizzare con precisione la futura sposa nella scelta del tessuto migliore per l'abito che desidera. Il tessuto è in grado di cambiare radicalmente l’effetto di un abito da sposa, per questo non va preso sottogamba!
E’ giusto avere le idee chiare in proposito, per cui ecco una breve guida che spiega quali sono i tessuti utilizzati in genere per gli abiti da sposa e quali caratteristiche presentano.

Organza, chiffon o tulle per la leggerezza del vestito da sposa


Chiffon
Lo chiffon è un tessuto per l’abito da sposa leggero e molto fluido. Possiamo trovare lo chiffon di seta, generalmente preferito, o anche quello di fibre meno costose, che in ogni caso non presentano alcuna differenza sull'effetto finale di leggerezza. Viene utilizzato per creare abiti nuziali raffinati, in quanto considerato un tessuto molto elegante.
Organza
L'organza è uno dei tessuti più delicati che esista e va lavorato solo da mani abili ed esperte, altrimenti potrebbe essere rovinato. Leggero e molto delicato, sebbene sia un tessuto molto semplice, può essere arricchito con ricami e brillantini. Proprio per la sua semplicità l’organza è uno dei tessuti più raffinati, che donerà con le sue trasparenze un tocco di bellezza sopraffina all'abito.
Tulle
Il tulle è il tessuto trasparente del velo da sposa. Viene spesso utilizzato anche per applicazioni vere e proprie sull'abito, ad esempio per ricoprire altri tessuti o per creare trasparenze sulle scollature. Può essere realizzato in filato di cotone, di seta o di nylon e in base la filato può essere più rigido o più morbido.

Taffetà, raso o satin per un vestito da sposa lucido e brillante


Raso o satin
Il raso è un tessuto che viene usato tantissimo nel confezionamento degli abiti per le spose. Anche questo è un tessuto molto leggero, che tende al lucido e che accarezza il corpo tende ad avvolgerlo morbidamente e a disegnarsi sulle forme di chi lo indossa. Il raso di seta è il più ricercato fra i vari filati. Spesso su questo tipo di tessuto vengono applicati brillanti o cristalli, per impreziosire l'abito. Adatto per i modelli a sottoveste e sicuramente per le donne dalle forme toniche e proporzionate.
Taffetà
Il taffetà è quasi sempre di seta e come il raso è un tessuto lucido, solo più brillante. Non si tratta di un tessuto leggero, per cui va bene per abiti dalla struttura un po' rigida, adatti a modellare il corpo della sposa. Per questo motivo è il tessuto adatto alle spose dalle forme abbondanti, che hanno bisogno di farsi modellare dall'abito.

L'aspetto ondulato che regala il Crêpe per l'abito da sposa


Crêpe
Più che un tessuto, il crêpe è una lavorazione su tessuto. Ha un aspetto ondulato e granuloso. Possiamo trovarlo in commercio in tre versioni: in raso, seta o tela. La caratteristica del crêpe è la sua increspatura, che lo rende molto attraente per alcune donne. Il crêpe de Chine si presenta molto vaporoso e compatto. Invece il crêpe Georgette è un tessuto più leggero, dalla grana molto fine e anche un po' trasparente.

Altri tessuti usati per gli abiti da sposa, anche se meno comuni.


Broccato
Il broccato è un tessuto che difficilmente può essere confuso. È molto pesante e decorato con motivi floreali in rilievo. È possibile acquistarlo anche con fili d'oro, "d'argento, di bronzo o di lurex" colorato.
Cady: Il cady è un tessuto crespo lavorato in modo molto sottile. Può essere realizzato con filato in seta o lana.
Chantilly: E' un pizzo in seta "lavorato a" tombolo. Il suo nome richiama la città della Francia dove viene lavorato.
Chiffon: Lo chiffon è un tessuto leggero e anche trasparente, molto adatto al confezionamento di un abito da sposa.

Georgette: Il Georgette è un tessuto in seta, trasparente, crespo e leggero. Si adagia sul fisico della sposa e scende giù con un aspetto cascante.
Macramè: Il macramè è un pizzo che viene realizzato attraverso una lavorazione a mano per mezzo di nodi ed intrecci.
Marocain: Il marocain è una tipo di crêpe, ma che ha una trama più grossa e con delle caratteristiche costine trasversali.
Materlassè: Questo tessuto presenta dei motivi in rilievo, ottenuti attraverso una lieve imbottitura trapuntata.

Sangallo: Il pizzo Sangallo è un tipo di tessuto traforato che viene realizzato in territorio svizzero, proprio nella città di Sangallo. Può essere sia di lino che di cotone.

Shantung: Tessuto di seta dalle origini cinesi, lo shantung presenta un superficie irregolare ed è molto luminoso. I tipici abiti cinesi vengono confezionati con questo tessuto.
Valenciennes: Anche il Valenciennes è un leggero pizzo che viene lavorato a tombolo e che deve il suo nome alla città in cui viene realizzato.
Voile: Come dice la stessa parola, il voile è un tessuto quasi impalpabile. Molto leggero, può essere di cotone, di seta e anche di lana.
Scritto il: 03-02-2017 - letto 369 volte