0
64826
open Le tue nozze
Approfondisci:

Quattro ruote e un pizzico di fantasia per rendere le vostre nozze uniche e originali

Quattro ruote e un pizzico di fantasia per rendere le vostre nozze uniche e originali
Dal semplice ma sempre verde Maggiolone all’insolito tandem, fino al carretto siciliano, la mongolfiera, il sidecar, la fiammante Harley Davidson e la mitica Vespa: un pizzico di stravaganza per sorprendere gli ospiti non guasta mai
Le soluzioni per arrivare sul sagrato della Chiesa o davanti al comune sono davvero varie e, spesso, un’auto da cerimonia non è l’unica soluzione.

Il Maggiolone: un’auto da cerimonia decisamente fuori dal comune, ideale per lasciare gli ospiti esterrefatti.


Se non temete che gli invitati possano rimanere incantati dalla bellezza dell’auto da cerimonia anziché della vostra, il mitico Maggiolone è ciò che fa per voi. Bianco o nero lucente è un modello senza tempo perché racchiude in sé diverse caratteristiche che lo rendono perfetto per il vostro grande giorno qualunque sia lo stile della cerimonia. Originale e sportivo, con le sue linee panciute ricorda il fratello minore del celebre film “Herby, un maggiolino tutto matto”: adatto per coppie giovani e frizzanti. Bastano invece addobbi sapienti e raffinati per renderlo improvvisamente il mezzo giusto anche per sposi sulla trentina che vogliano dare al grande giorno un tocco di allegria in più. Con la sua linea unica e sempre attuale ha fatto la storia dell’automobile sia in Italia che all’estero. Proprio per queste sue peculiarità si adatta anche a cerimonie dal tocco “vintage” e può essere noleggiato dalle coppie anche per una serata romantica prima di compiere il grande passo. E poi il Maggiolone si adatta ad ogni stagione perché cabriolet. In inverno terrete la capote rigorosamente chiusa, mentre in primavera ed estate proverete l’ebbrezza del vento fra i capelli.

Ma parlare di vento nei capelli non significa solamente dire auto da cerimonia di lusso: che ne dite di lasciare sbalorditi amici e parenti arrivando in chiesa a bordo di una fiammante due ruote?


Una scelta senza dubbio originale e fuori dagli schemi e opportuna, sostituendo l’auto da cerimonia, soprattutto se nella vostra cerchia di amici c’è qualche “vespista” che colleziona esemplari, sempre a patto che non dobbiate fare a pugni per farvela “sganciare”. Di solito i collezionisti di esemplari di questo tipo sono molto gelosi dei loro gioielli che esibiscono preferibilmente in raduni appositi. Basterà solleticare il loro ego dicendo loro che il mezzo è indispensabile per rendere unico il vostro evento e che la “creatura” sarà al centro dell’attenzione degli invitati. La Vespa ha inoltre anche un altro pregio: è stata realizzata in diversi colori, dal rosso ciliegia al giallo paglierino che si abbineranno perfettamente al tema-colore delle vostre nozze. Inoltre Piaggio ha deciso di riproporre le meravigliose Vespa 125 Special. Grazie al design minimale ma deciso, ai tratti semplici ma eleganti, rievoca il dinamismo e la freschezza che fecero di Vespa lo scooter preferito dalle generazioni più giovani.
Per gli amanti delle due ruote c’è anche la mitica Harley Davidson che per molti, soprattutto negli States, è una vera e propria filosofia di vita. Basti pensare che sempre negli Stati Uniti, alcuni presidenti di club di harleysti hanno l’autorità e la dispensa per celebrare matrimoni. Le Harley vengono adornate per l’occasione, e in certi casi possono anche entrare in chiesa, in perfetto stile bikers, con stemmi e insegne in tutta la loro gloria. I colori tradizionali sono, comunque, bianco arancio e nero. Senza arrivare a certi estremismi, anche gli sposi italiani possono provare l’ebbrezza di arrivare all’altare in sella ad un’Harley lasciando magari perdere il folklore che vi ruota intorno.

Ed infine, se avete rinunciato all’auto da cerimonia, perché non sfruttare il tradizionale carretto siciliano o un simpatico tandem?


E a proposito di folklore, un altro mezzo insolito e stravagante è il carretto siciliano (in siciliano carrettu) in voga in Sicilia nel mondo agricolo fino alla seconda metà del XX secolo. A renderlo particolare sono le decorazioni delle ruote giganti con quadri di colori sgargianti rappresentanti spesso storie epiche di origine medievale o con bassorilievi scolpiti in legno, ornamenti in ferro battuto e pitture raffiguranti le storie dei paladini di Francia o episodi di cronaca diffusi dai cantastorie. Legato ad altri tempi, dal sapore romantico, è l’arrivo della sposa in carrozza trainata da cavalli. Ne esistono di varie tipologie, aperte o chiuse, per adattarsi anche alla stagione fredda. In estate e primavera per dare alla sposa quell’”allure” di dama di altri tempi, il servizio può essere corredato di ombrello parasole in pizzi e crinoline per un album fotografico particolare.
Se siete coraggiosi, controcorrente e soprattutto non temete di far storcere il naso alla zia ottantenne che crede ancora religiosamente nell’etichetta, un matrimonio in tandem è possibile. La sposa dovrà avere qualche accortezza in più per salvaguardare l’abito e sacrificare magari il tacco 12, ma il divertimento sarà garantito. È adatto per matrimoni in agriturismo o in aperta campagna e ancora più suggestivo se riuscirete a convincere gli amici a seguirvi formando un pittoresco e insolito corteo.

Idea stravagante e insolita è quella dell’affitto di un mezzo pubblico, come tram o autobus d’epoca: a Torino si può fare con GTT.


Se non è un’auto da cerimonia, allora perché non un mezzo pubblico. L’azienda tranviaria Torinese GTT dà la possibilità di noleggiare un tram antico, con musica e fiori, che accompagni la sposa in chiesa o trasporti gli invitati al ricevimento: è un modo elegante, ma nello stesso tempo sobrio di risolvere l’incombenza senza eccedere in lussi fuori registro. E se il luogo del ricevimento è distante dalla residenza abituale di uno dei due sposi, Trenitalia mette a disposizione una scelta di treni: il Pendolino, il Valentino o anche gli storici Arlecchino e Settebello, dotati di belvedere: la festa potrebbe così incominciare prima della cerimonia, con una partenza comune di tutti gli invitati alla volta del luogo della cerimonia. Gli sposi possono decidere il percorso e le fermate. La spesa varia in base alla durata del viaggio e alla tipologia del tragitto: non è così caro come si potrebbe pensare.
Scritto il: 26-07-2016 - letto 385 volte