0
35953
open Le tue nozze
Jackie's Wedding Blog Title
Approfondisci:

Ricevimento di nozze all’insegna di un menù completamente vegetariano

Abolire carni e pesci dal menù puntando tutto su frutta, verdura, dolci, riso e pasta: avete fatto della dieta vegetariana una filosofia di vita e non ci volete rinunciare nel giorno più importante
Ricevimento di nozze all’insegna di un menù completamente vegetariano

Volete proporre un menù vegetariano per il vostro matrimonio? Potete, ma è bene farlo rispettando gusti ed esigenze di tutti gli invitati.
Impostare un intero menù a carattere naturalista è, senza dubbio, originale e diverso dal solito, ma non tutti potrebbero apprezzare il vostro “integralismo” per cui sarebbe bene prevedere nell’elenco delle portate anche un piatto di carne e pesce per gli ospiti non vegetariani.
Ma potrebbe anche capitare che amici e parenti siano talmente felici di festeggiare con voi da rinunciare a questi due alimenti senza alcun problema, apprezzando, anzi, la novità.


Un menù vegetariano ben si presta a ricevimenti a buffet con isole a tema.
Particolare attenzione verrà prestata ai dolci.


Potreste sempre organizzare isole a tema per il vostro menù vegetariano, nel caso di banchetto a buffet, in modo da soddisfare un po’ tutti i gusti con corner dedicati ai finger food di verdure, crudité e insalate con petali di fiori o germogli di vario tipo.
L’angolo dedicato a riso e pasta potrebbe contemplare anche zuppe con crostini particolari, per i primi piatti.
Le verdure, quali, ad esempio, peperoni, melanzane e zucchine, potrebbero essere cucinate grigliate o alla brace, oppure preparate in insalata con condimento di olio d’oliva o aceto balsamico.
Un menù vegetariano ha il pregio di essere molto leggero e privo di grassi, perché allora non puntare l’attenzione sui dolci, facendone il piatto forte delle vostre proposte culinarie? Oltre alla torta nuziale, prevedete sorbetti e dolci al cucchiaio, pasticceria secca, budini e creme in cui intingere la frutta.
E, a proposito di frutta: dovrà essere varia e abbondante, magari anche esotica, da presentare in composizioni scenografiche su lucenti vassoi d’argento o in ceste colorate e addobbate.


La mancanza di carne non significa mancanza di gusto: i vostri invitati scopriranno che i piatti vegetariani sono molto gustosi.


Molto più gustoso e ricco di sapori di quanto si possa pensare grazie a salse e condimenti, il menù vegetariano è costituto da verdure e frutta di stagione ma anche pasta, sia secca che fresca o integrale, riso, legumi e zuppe di diverso tipo.
Insomma, un menù senza carne e pesce non è necessariamente sinonimo di prodotti macrobiotici o a base di tofu che potrebbero mettere a disagio i parenti più tradizionalisti.
In fondo, anche se mancano carne e pesce, un bel piatto di tagliatelle al sugo di funghi porcini o al ragù di verdure è in grado di mettere d’accordo tutti, così come un buon riso al vino bianco e piselli freschi.
Senza contare che un menù vegetariano privilegia i prodotti di stagione e del territorio, principalmente a chilometro zero, facendovi risparmiare un bel po’ sulla cifra del banchetto, cosa che in tempo di crisi, non guasta mai.
Siccome in un menù di nozze primi e secondi piatti non possono mai essere più di due, concentrate l’attenzione sugli antipasti presentando un variegato ventaglio di proposte quali, ad esempio, tortini e flan, cubetti di polenta con salse, sformati di verdure, cestini con formaggi e pasta sfoglia, insalate varie, focacce ai pomodorini e olive o alle verdure, taglieri di formaggi freschi, e verdure ripiene ripiene e gratinate, come pomodori e zucchine.
Come primi piatti: zuppe di legumi con crostini di pane aromatizzato, paste al forno con spinaci e besciamella oppure tagliolini ai fungi e risotti al vino o con le verdure.
Come intermezzo prima dei secondi non possono mancare le crespelle ai carciofi, ricotta e spinaci, prosciutto e fontina o ai funghi a seconda dei gusti.


Anche la cucina vegana, al di là di un menù vegetariano, si presta a preparazioni molto estrose adatte a banchetti e ricevimenti.


Non solo avete rinunciato da tempo a consumare carne e pesce ma anche uova, latte e formaggi diventando vegani a tutti gli effetti? Il regime vegan infatti, nato in America, bandisce dalla tavola anche tutti gli alimenti di origine animale.
Questo non significa rinunciare a sapori e gusti forti, ma riscoprire prodotti che in genere sono poco valorizzati o che nella dieta mediterranea hanno un ruolo di secondo piano.
Anche in questo caso il segreto è variare le proposte con condimenti più o meno saporiti, cominciando con quelli più leggeri negli antipasti e privilegiando quelli più corposi per i primi piatti, quali ad esempio paste integrali o al kamut, condite con pomodori e verdure, creme di legumi, minestroni o zuppe.
Carni e pesci possono essere sostituiti da torte salate di verdure, pizze, focacce, peperoni ripieni, insalate miste dell’orto oppure polpette o svizzere di tofu e soia contorni di verdure alla griglia; nessun formaggio per legare il condimento della pizza, ma solo olio di oliva extravergine.
Fra una portata e l’altra, per rinfrescare il palato, predisponete un buffet di bevande con succhi di frutta fresca e sorbetti dai diversi gusti.
Per concludere sempre in dolcezza, fresche macedonie rese più stuzzicanti con l’aggiunta di qualche frutto tropicale e siccome le uova sono bandite, al posto della tipica torta nuziale prevedete dolci con pan di Spagna e creme di cioccolato, oppure a base di soia o riso.

Scritto il: 23-05-2014 - letto 931 volte
Blog

Tendenze audaci con nuovi tagli e nuovi colori per un abito da sposa di carattere

Valorizzazione della silhouette, stoffe che giocano con pizzi e pieghe, tagli corti e sbarazzini, punti luce che catturano l’attenzione e colori brillanti sono gli elementi dell’abito da sposa

Blog

Le foto del matrimonio presso i luoghi "portafortuna" della città di Torino

Le coppie scaramantiche possono approfittare dei luoghi portafortuna della città per arricchire il servizio fotografico delle nozze a Torino