0
64677
open Le tue nozze
Approfondisci:

Sette utili consigli per una valida e lungimirante prova del menù di nozze

Sette utili consigli per una valida e lungimirante prova del menù di nozze
Se vi sembra che il grosso del lavoro sia finito con la scelta del catering o del ristorante per matrimoni, sappiate che siete solo a metà. La scelta dei piatti è impegnativa, ma anche concretamente più golosa con la prova del menù.
Talvolta capita che ristoranti e catering offrano ai futuri sposi la prova gratuita del menù di nozze che verrà servito il giorno del banchetto: un’opportunità per valutare le capacità culinarie del locale scelto, oltre che un buon test per valutare se le scelte dei piatti messi in lista soddisfano le loro aspettative.
Anche eventuali parenti e ospiti, molto spesso, possono accedere a queste prove, gratuitamente oppure pagando una cifra agevolata pattuita in anticipo col ristoratore o caterer: è un’opportunità per condividere con altri le scelte da adottare sul menù. Ecco alcuni consigli pratici da tenere a mente mentre lasciate che il vostro palato sia deliziato da gusti e sapori assai invitanti.

Presentatevi a stomaco leggero ed evitate pane e grissini per riuscire ad assaggiare con entusiasmo tutte le portate del menù di nozze di prova


Nel giorno della prova del menù delle vostre nozze vi ritroverete ad assaggiare un cospicuo numero di portate. Evitate situazioni imbarazzanti dove, arrivati alla fine degli antipasti, siete completamente sazi, perché in questo caso la prova sarebbe totalmente inutile. E’ bene, quindi, arrivare alla degustazione a stomaco leggero ed evitare di accompagnare le portate con troppo pane o grissini, che tendono a soddisfare gli appetiti più imminenti, togliendo, tuttavia, la possibilità di arrivare alla fine del banchetto. Fate attenzione, però, a non mangiare qualunque cosa vi venga
servita solo perché avete fame: ecco perché, presentarsi a stomaco completamente vuoto, non è una buona soluzione. Una buona idea è quella di effettuare la degustazione il più possibile vicina all’orario che avete scelto per il ricevimento.

“Più ce n’è, meglio è”, recita un vecchio proverbio: un’ampia scelta vi garantisce la decisione giusta per il menù di nozze


Le portate della prova del menù di nozze devono essere numerose: chiedete agli chef di sottoporvi il maggior numero di piatti e possibilità: la scelta deve essere completa e solo voi sapete cosa state cercando per il vostro ricevimento e, nel caso non l’abbiate ancora capito, un’ampia gamma di opzioni aiuterà la vostra mente ed il vostro palato ad orientarsi verso la direzione giusta.
Non temete di passare per schizzinosi ed esprimete apertamente critiche o modifiche che vi piacerebbe venissero realizzate sui piatti: è il vostro giorno, tutto deve rientrare nel vostro gusto, anche quello culinare. Ovviamente, va tenuto conto che il ristorante non può preparare una serie infinita di piatti, magari solo per il vostro tavolo: concordate, quindi, in anticipo le eventuali varianti da assaggiare insieme allo chef.

Una scelta che non vi convince pienamente durante la prova del menù di nozze non è la scelta giusta: circondatevi solo di portate che vi appagano pienamente


Proprio perché si tratta del vostro grande giorno speciale, tutto deve essere realizzato secondo il vostro gusto. Avete scelto le decorazioni che più vi aggradano, non quelle che non vi disgustano; il vestito vi fa sembrare una star, non è che semplicemente non vi ingrassa. Allo stesso modo, le portate del vostro ricevimento devono soddisfarvi al 100%. Non accontentatevi di un piatto che non è cattivo, ma non vi fa davvero impazzire: se non vi ha lasciati esterrefatti al primo assaggio, probabilmente non è il piatto corretto, assaggiate il prossimo. Una cosa che non dovete assolutamente dimenticare di fare è comunicare con i gestori del catering o del locale: grazie ai loro anni di esperienza alle spalle saranno in grado di consigliarvi e adattare le proprie portate ai vostri gusti personali.

I piccoli ospiti: durante la prova del menù di nozze valutate che trattamento riservare loro e quale menù è il più adatto ai loro gusti e abitudini


La degustazione viene fatta sul menù di nozze per gli adulti, tuttavia è bene ricordarsi che non tutti gli invitati sono grandi e di forchetta buona. Valutate attentamente se i piatti che state assaporando possono essere adatti ai palati degli adolescenti, se sì quali e a quale fascia d’età. Chiedete menù ridotti con le portate che ritenete idonee, oppure optate per un menù completamente dedicato. Potrebbe essere un valido test farvi accompagnare, avvisando il ristoratore, anche da qualche bambino, in modo da valutare concretamente il trattamento dei vostri piccoli ospiti

Limitate gli ingredienti fuori stagione o fuori contesto e assicuratevi di avere richiesto menù speciali per vegetariani, celiaci o intolleranti


Le proposte durante la prova del menù di nozze possono essere molte e tutte molto invitanti, ma ci sono alcune linee guida che sarebbe meglio non sfidare in concomitanza di un evento così importante: valutatele attentamente prima di effettuare la prova del menù, in modo da orientare la scelta delle portate fin dall’inizio. Inoltre, se la location scelta per il vostro matrimonio si trova nel pieno entroterra, sarebbe meglio evitare piatti di pesce che, invece, possono essere gustati tranquillamente nei banchetti organizzati nelle località in riva al mare. Insomma, fate in modo che location, menù e ogni altro aspetto del vostro ricevimento sia in perfetta armonia, senza note di discordanza che potrebbero fare storcere il naso ai vostri invitati.
A tal proposito non dimenticatevi dei vostri invitati più esigenti che necessitano di menù speciali, come vegetariani, celiaci o intolleranti. Quasi tutti i ristoranti o servizio catering propongono ormai piatti adatti a tali esigenze, ma ricordate di comunicarlo ai responsabili in modo da non avere intoppi o brutte sorprese al momento del servizio.

Piatti gustosi sì, ma anche l’occhio vuole la sua parte: valutate e concordate in anticipo col ristoratore la presentazione dei piatti


Le portate scelte durante la prova del menù di nozze devono essere in grado di appagare tanto i palati quanto gli occhi dei vostri invitati. I piatti più squisiti del mondo non riscuoterebbero, probabilmente, lo stesso successo, se fossero buttati alla rinfusa in un piatto.
Bene le decorazioni artistiche, ma deve sempre essere chiaro qual è la decorazione e quale la portata in sé. Sconsigliati i piatti troppo pieni di alimenti, così come quelli assolutamente fantastici, ma privi di contenuto. Trovate una buona via di mezzo tra la parte artistica e decorativa del piatto e quella di contenuto effettivo.
Valutate, quindi, anche in sede di prova, la presentazione dei piatti che vi vengono serviti; sappiate, peraltro, che nel giorno del banchetto la preparazione di decine o centinaia di piatti per tutti gli invitati metterà a cura prova la cucina, per cui è logico ritenere che una composizione troppo complessa del piatto in sede di prova, se a voi gradita e confermata, potrebbe non essere gestibile il giorno del ricevimento.

Gli amici servono nel momento del bisogno: nessuno può dire di no ad una cena o a un pranzo prima delle vostre nozze


Siamo onesti: spesso, il giorno delle nozze, gli sposi sono così sopraffatti da emozioni o brindisi che non si godono appieno il banchetto nuziale. Seppur sia bene aver pianificato tutto nei minimi dettagli, una buona idea è chiedere ad amici o parenti, ovviamente in numero limitato e rappresentativo, di partecipare alla degustazione, questo perché è sempre bene avere un parere esterno di chi, alla fine, andrà a beneficiare di tutte le succulente portate scelte. La presenza dei genitori, che nella maggior parte dei casi partecipano al finanziamento del banchetto, è sicuramente da privilegiare. Tuttavia, valutate attentamente la compresenza di troppi consiglieri che, sentendosi investiti di un tale ruolo, potrebbero aumentare i vostri dubbi, anziché aiutarvi a chiarirli.
Scritto il: 13-07-2016 - letto 375 volte