0
61857
open Le tue nozze
Approfondisci:

Quante immagini servono per ricordare il fantastico giorno del vostro matrimonio?

Quante immagini servono per ricordare il fantastico giorno del vostro matrimonio?
Rivivere quei magici momenti attraverso il vostro album di nozze, ma quali e quanti devono essere gli scatti ottimali per farvi raggiungere lo scopo?
Il numero di foto varia a seconda del tipo di servizio. Bisogna tenere conto che il fotografo di matrimoni comincia a scattare dal cosiddetto backstage della sposa (ossia i preparativi a casa di lei prima della cerimonia in chiesa) terminando con il taglio della torta e il brindisi. In base agli accordi, diversi professionisti, se previsto, si fermano anche per la festa danzante per cogliere i momenti meno formali, quando sposi e invitati si lasciano andare un po’ di più.
In genere i fotografi consegnano alla coppia i cosiddetti “provini”, cartacei o su Cd con immagini a bassa risoluzione (dalle 500 alle 600 immagini) fra cui scegliere le foto da ingrandire e stampare per l’album. Ovviamente sono gli stessi sposi che scelgono il numero definitivo, anche se in genere un numero minimo è sempre stabilito nel contratto di incarico. L’ideale sarebbe avere 100-120 foto per un ventaglio di scatti che rappresenti al meglio ogni singolo momento della cerimonia e del ricevimento. Prendete ovviamente accordi con il fotografo. Molti professionisti, infatti, impongono per contratto, un numero minimo di foto sotto il quale non si può scendere. Valutate bene il numero anche nel caso in cui oltre al reportage classico abbiate pattuito dei servizi extra, ad esempio in notturna oppure un prematrimoniale. In questi casi ovviamente, visto che gli scatti saranno utili per corredare il servizio principale, non si sceglieranno centinaia di foto ma solo qualcuna, con le immagini davvero più significative e poetiche o divertenti e originali.

L’album di nozze tradizionale conta in media 90 pagine da riempire con gli scatti del fotografo di matrimoni facendo attenzione ad evitare inutili ripetizioni.


Può capitare il caso che gli sposi richiedano un servizio prematrimoniale o notturno come un vero reportage separato da quello delle nozze al proprio fotografo di matrimoni. In genere il numero di scatti non sarà elevatissimo visto che il servizio più importante resta comunque quello del giorno del “sì”. Tenete conto che un album tradizionale composto da circa 90 pagine può “ospitare” in media circa 150 scatti. Dipende molto anche dalla tecnica di montaggio e dal formato delle foto. Potrebbero starcene di più o di meno a seconda delle dimensioni più piccole o più grandi degli scatti o se in alcune pagine avete previsto due o tre foto. Una logica diversa seguono gli “album-libro”, che hanno soluzioni grafiche veramente ampie, per le quali non è facile trovare un criterio univoco. Sarebbe anche opportuno non andare oltre un certo numero di scatti per non incorrere in pericolose ripetizioni o appesantimenti, anche antiestetici dell’album, anche se le composizioni “a icona” con tante piccole foto che riguardano una singola scena o un tema comune sono di pregevole effetto grafico. Ricordiamoci comunque che, in fondo, non si tratta del diario delle superiori, da riempire come un panino. Il risultato finale dovrà essere elegante e raffinato. Se scegliete un album con scatti multiformato la media delle foto da prevedere è circa 80-100, sempre parlando di un album di 64 pagine. Il numero degli scatti varia anche se al posto dell’album tradizionale si sceglie il moderno album-libro (o fotolibro) in cui la foto viene stampata direttamente sulla pagina. È ovvio che numero di foto e pagine, in linea di massima, coincideranno. In alcuni casi però una sola foto può essere stampata su due pagine intere: si tratta della cosiddetta panoramica. Oppure in una stessa pagina potrebbero essere stampate anche più foto (l’ideale sarebbe un massimo di 4-6). Variazioni sulla quantità totale si hanno anche nel caso in cui gli sposi decidano oppure no di inserire tra una foto e l’altra qualche frase significativa. Molte volte senza ingrandimenti particolarmente esagerati e rimpicciolendo i momenti meno salienti si può arrivare ad un album libro anche con 130-150 scatti.

Per il vostro album di nozze, il fotografo di matrimoni vi proporrà la giusta combinazione tra gli effetti speciali e i momenti clou della cerimonia.


È bene poi bilanciare in maniera proporzionale anche il numero di foto con effetti speciali all’interno dell’album di nozze. Non esistono numeri fissi ma bisogna ragionare con un minimo di buon senso per dare ritmo al susseguirsi delle immagini. In un reportage a colori di circa un centinaio di foto andrebbe bene inserire una decina di scatti in bianco e nero che immortalano la coppia in alcuni momenti significativi. Altrettanto si può dire per le foto con effetti speciali con i diversi viraggi. Potreste prevedere qualche immagine in più nel caso ad esempio di scatti in bianco e nero in campi di grano dove risalta il colore giallo paglierino delle balle di fieno, oppure nel caso in cui siate in riva al lago e vogliate evidenziare l’azzurro dell’acqua cristallina. In ogni caso, sarebbe opportuno prevedere un numero congruo di foto per tutti i momenti più salienti della cerimonia. Vediamo insieme quali. Nel valutare il numero tenete presente che nel racconto della vostra giornata speciale non devono esserci assenti. Tutti infatti hanno diritto ad uno scatto, anche in ordine sparso, per cui sarà cura di un abile fotografo cercare di immortalare gli invitati in gruppo per non sprecare scatti preziosi. Sarebbe impensabile comporre un album di nozze dedicando una foto ad ogni singolo invitato per ovvie ragioni, è sempre comunque buona prassi non urtare la sensibilità di nessuno. E poi potrebbe sempre venirvi voglia di ricordare questo o quell’amico in quella particolare situazione.
Momento clou è lo scambio degli anelli che sancisce ufficialmente la vostra indissolubile unione: a questo momento importante bisognerebbe dedicare più di una foto che spazierà dalla coppia che si scambia le fedi fino ai particolari delle mani intrecciate, pur senza esagerare. Questo momento sarà corredato da qualche scatto sulle espressioni commosse dei genitori e di amici e parenti. Altri momenti che non possono mancare: il lancio del riso sul sagrato, il taglio della torta e il brindisi e ovviamente i momenti pre e post cerimonia con i preparativi e i festeggiamenti.

I costi e l’avvento delle nuove tecnologie condizionano l’operato dei fotografi di matrimonio e la realizzazione dell’album di nozze.


Da non sottovalutare nemmeno i costi: quello che una volta era il costo della pellicola e che contingentava in qualche modo il numero totale degli scatti, ora è quasi azzerato visto che ormai i fotografi di matrimonio lavorano in digitale e le immagini vengono archiviate su schede di memoria. In ogni caso, scegliere delle determinate foto da stampare non vi costringerà a rinunciare agli scatti scartati visto che alcuni professionisti prevedono nei vari pacchetti la consegna del cd con tutti i provini, così nulla vi impedirà di tornare in un secondo momento per far stampare una determinata foto. Non potrete ovviamente inserirla nell’album ma regalarla o posizionarla in salotto o in camera da letto in una bella cornice.
Altra opportunità: la consegna di un dvd interattivo contenete gli scatti in formato digitale facilmente gestibili e visionabili grazie al pc oppure tramite un lettore dvd collegato alla tv. Qui il numero delle foto dipenderà dalla memoria del dvd stesso e dagli accordi con il professionista. I fotografi in genere confezionano dei pacchetti che comprendono questo o quel servizio: da quello base a quello più completo. In questo caso il numero delle foto su dvd potrebbe salire anche a 200-250 rispetto alle 100-120 dell’album. Grazie alle foto riversate su dvd interattivo con un semplice clik tornerete a rivivere tutte le emozioni a 360 gradi del giorno del sì ogni volta che lo desidererete, con l’aggiunta di particolari effetti, in bassa o massima risoluzione e menù personalizzati. In questo modo avrete la sensazione di assistere quasi ad un film delle vostre nozze magari accompagnato da una colonna sonora ad hoc per sottolineare ogni singolo scatto. Le nuove tecnologie sono ancora protagoniste nel vostro reportage fotografico con l’opportunità offerta da alcuni studi di pubblicare gli scatti di nozze sul web con slide show in link appositi. Sposi, parenti e amici, dotati di password riservata e che non hanno potuto partecipare alle nozze, potranno scaricarsi dalla rete le foto che desiderano, e decidere se conservarle sul computer o stamparle. Il numero delle foto pubblicate on line varia in base agli accordi presi con il fotografo. In genere verranno privilegiati i momenti clou topici o quelli che per gli sposi sono più significativi. Alcuni professionisti offrono poi un servizio più ampio con una pagina vera e propria dedicata a ciascuna coppia che può raccontarsi e raccontare il magico giorno tramite un blog specifico.
Scritto il: 10-06-2016 - letto 967 volte