ID; ?>
ID; ?>
open Le tue nozze

Castello di corneliano bertario

20010 Corneliano-Bertario (MI) Mostra telefono
Capienza  180
Mappa Recensioni 

“Nell1anno 1158 Federico Barbarossa, volendo passare l’Adda col suo esercito per andare ad assediare Milano, trovò il ponte di Cassano presidiato dai Milanesi: cercò allora un guado più a sud e lo trovò a Corneliano. Nella traversata del fiume “”raccontano i cronisti del tempo”” perse più di duecento armati.
A quel tempo l’Adda formava nella zona vaste paludi note con il nome di Lago Gerundo. Quattro anni più tardi il Barbarossa tornò a Corneliano e qui si accampò per un breve periodo. Il paese di Corneliano aveva all1 epoca compiuto già mille anni di vita, essendo di fondazione romana, come testimoniano anche alcuni ritrovamenti archeologici. Era sede di una “”pieve”” con relativa canonica. Nel Trecento le Chiese del paese erano diventate tre. Nel 1385 Barnabò Visconti, Signore di Milano, regalò all’Ospedale Maggiore una vasta proprietà agricola e boschiva in Corneliano. Negli stessi anni il Vescovo di Lodi rivendicava il suo diritto di cavare oro dalle rive dell’Adda da Corneliano Bertario alla confluenza del Po. Di quel tempo è la parte più antica del Castello: la torre quadrata sull1 angolo della piazza, con le sue massicce mura larghe quasi due metri, fatte con materiali tratti da costruzioni più antiche. Nel 400 e 500 si aggiungono le altre parti: l’edificio che ospita il salone, il rivellino con le sue piccole mensole di pietra , il muro di sassi e il bastione, che proteggevano il Castello dalla parte dell1Adda. E infine le minuscole prigioni, con tre sole celle. La proprietà del Castello passa, negli ultimi secoli, dall1Ospedale Maggiore alla famiglia dei Bigli, poi ai Gallarati Scotti e infine al Borromeo.”

Preventivo personalizzato* Campi Obbligatori
Tutti i campi sono obbligatori




Scheda completa

Tipologia della struttura:
Castello
Note:
"Nell1anno 1158 Federico Barbarossa, volendo passare l'Adda col suo esercito per andare ad assediare Milano, trovò il ponte di Cassano presidiato dai Milanesi: cercò allora un guado più a sud e lo trovò a Corneliano. Nella traversata del fiume ""raccontano i cronisti del tempo"" perse più di duecento armati.
A quel tempo l'Adda formava nella zona vaste paludi note con il nome di Lago Gerundo. Quattro anni più tardi il Barbarossa tornò a Corneliano e qui si accampò per un breve periodo. Il paese di Corneliano aveva all1 epoca compiuto già mille anni di vita, essendo di fondazione romana, come testimoniano anche alcuni ritrovamenti archeologici. Era sede di una ""pieve"" con relativa canonica. Nel Trecento le Chiese del paese erano diventate tre. Nel 1385 Barnabò Visconti, Signore di Milano, regalò all'Ospedale Maggiore una vasta proprietà agricola e boschiva in Corneliano. Negli stessi anni il Vescovo di Lodi rivendicava il suo diritto di cavare oro dalle rive dell'Adda da Corneliano Bertario alla confluenza del Po. Di quel tempo è la parte più antica del Castello: la torre quadrata sull1 angolo della piazza, con le sue massicce mura larghe quasi due metri, fatte con materiali tratti da costruzioni più antiche. Nel 400 e 500 si aggiungono le altre parti: l'edificio che ospita il salone, il rivellino con le sue piccole mensole di pietra , il muro di sassi e il bastione, che proteggevano il Castello dalla parte dell1Adda. E infine le minuscole prigioni, con tre sole celle. La proprietà del Castello passa, negli ultimi secoli, dall1Ospedale Maggiore alla famiglia dei Bigli, poi ai Gallarati Scotti e infine al Borromeo."
Servizi Offerti:
"Dispone di vaste e luminose sale, tutte completamente ristrutturate; la più grande con capienza di 180 Ospiti in unica sala. Durante il periodo invernale, oltre al riscaldamento centralizzato, è possibile utilizzare i camini dell'epoca. Molto suggestivo è il salone con le le splendide capriate a vista e il pavimento in cotto originale. E' sicuramente l'ambiente adatto per ogni tipo di festa, sia informale che elegante. Il complesso è immerso nel verde della campagna lombarda, la visuale dalla corte spazia fino alle rive dell'Adda. Il parcheggio privato è prospicente il Castello. Su richiesta è possibile utilizzare la chiesa adiacente per le Cerimonie in loco."
Capienza totale:
180
Ubicazione:
Per raggiungere il Castello di Corneliano Bertario da Milano: si prende la Tang. Est, uscita Linate, arrivati davanti all'aereoporto, si prende a SX la Rivoltana, dir. Melzo. Sempre dritto sulla Rivoltana, dopo Truccazzano
si trova il fiume Muzza: si prende il primo incrocio sulla destra, direzione Zelo Buon Persico - Corneliano B. il Castello Borromeo si trova al centro
del paese di Corneliano Bertario.
Spazio per servizi fotografici:
SI
Accessi per disabili:
Come da norma
Fonte: Sito web operatore
Ultimo aggiornamento: venerdì, 14 febbraio, 2014

Mappa

Scrivi una recensione

Devi essere un utente registrato per poter inviare una recensione. Accedi o Registrati per accedere a tutti i vantaggi del sito
Blog

Contrattempo da matrimonio? Esiste una soluzione ad ogni imprevisto... anche per il grande giorno

Testimoni che dimenticano le fedi, bambini chiassosi, animali inopportuni. Non si può prevedere tutto ciò accadrà il giorno delle nozze, ma ad alcuni imprevisti si può rimediare per tempo

Blog

Abiti da sposa backless. Sempre più spose cercano l’abito scollato sulla schiena

News-Trend: l’abito da sposa che mette in mostra la schiena, nuda o coperta da un velo trasparente. Le future sposine di Torino lo scelgono per sentirsi sexy e raffinate.